La posta dei lettori (28/09)

La posta dei lettori (28/09)

Scriveteci a info@padovasport.tv oppure sulla nostra pagina facebook

di Redazione PadovaSport.TV

I vostri messaggi, le nostre risposte:

Piergiorgio: Spett.le redazione,

mi permetto di scrivere in merito all’argomento “abbonamenti”, il quale, dopo la riapertura della campagna voluta dalla società e la scarsa risposta dei tifosi, è diventato, anche per merito dell’articolo pubblicato il 27 Settembre scorso su Il Mattino, l’argomento del giorno. Io ho parlato con un po’ di gente e ho raccolto vari commenti, che provo a sintetizzare qui di seguito e sui quali vorrei un vostro parere.

1) La campagna acquisti

De Poli ha lasciato più di qualcuno perplesso. E’ ovvio che non possiamo pretendere nulla di più di quanto la società stia già facendo per risollevare le sorti di una città e riportarla nel calcio che conta (serie B), ma più di qualcuno ha sottolineato (i commenti sono stati pubblicati) come De Poli abbia cercato solo giocatori svincolati, giocatori senza contratto, senza nulla togliere al fatto che sono arrivati tutti ottimi professionisti. Abbiamo anche dovuto ripiegare su obiettivi secondari, per qualche rifiuto ricevuto. Meglio così – ha detto più di qualcuno – lasciamo fuori da Padova i mercenari. Certo, va tutto bene, anche la moralità ha il suo peso in questa società nuova ed è giusto così. Ma oggi, guardando le prime partite della squadra, notiamo come si faccia fatica a vincere le partite. 

2) Le prime partite disputate e la Coppa Italia

Più di qualcuno, dopo avere visto le performance in Coppa Italia di Lega Pro, ha storto il naso. Più di qualcuno si è fatto un’idea sbagliata della squadra in quelle occasioni, e se era indeciso dopo avere visto la campagna abbonamenti, ha maturato la decisione di non abbonarsi.

3) La squadra

Il Padova di quest’anno appare una squadra solida. La difesa sembra essere il reparto meglio organizzato, anche se il gol subito ieri con il FerAlpi lascia un po’ perplessi, visto che l’avversario è arrivato fino alla linea di fondo palla al piede e è riuscito a mettere scompiglio nell’area piccola senza che nessuno intervenisse.

Il centrocampo invece funziona a tratti a tratti. Si gioca poco palla al piede, si utilizzano i lanci lunghi alla ricerca della testa di Altinier, che, li davanti, sembra un po’ troppo isolato. Altinier è un uomo da 15 gol a stagione. Chi segnerà i gol, dunque? Anche ieri si sono viste molte lacune nella manovra offensiva. La gente si chiede dove possa arrivare questa squadra con questo attacco, che appare sterile. Se segniamo un gol possiamo anche portare a casa la partita, ma se ne prendiamo uno va a finire come a Reggio e a Salò. Neto Pereira è un grande, ma non giocherà tutte le partite (come ieri). Bearzotti non sembra un acquisto azzeccato: tanta buona volontà ma solo confusione in campo. Petrilli ottimo (e anche Ilari quando potrà rientrare, se farà il gioco dello scorso anno), ma si parte sempre da dietro. Cunico? Tanto di cappello la nostro capitano, sempre l’ultimo ad arrendersi in campo, ma di certo non potrà segnare i 13 gol dello scorso anno in Lega Pro.

Termino la disamina con una nota dolente: a Padova, purtroppo, siamo troppo esigenti e anche diffidenti. Diamo poca fiducia a chi ci mette soldi e cuore (la società). Sappiamo tutto di calcio (fin troppo) e siamo tutti allenatori. Nemmeno se fossimo Forse se fossimo in serie A ci sarebbero 10000 abbonati, ma solo perché ci sarebbe tanta gente che si abbona per vedere le partite di Serie A… Mi piacerebbe sentire le motivazioni di chi non ha rinnovato l’abbonamento e capire perché, quest’anno, nonostante la promozione e una società trasparente e composta da padovani molto bravi, non abbia rinnovatola fiducia. Mi piacerebbe leggere il vostro commento… grazie. Forza Padova! Piergiorgio

Caro Piergiorgio, secondo me la causa di questa leggera flessione negli abbonamenti rispetto all’anno scorso non è riconducibile a nessuno dei tre punti che hai indicato. La campagna acquisti (il tuo punto n.1) è stata di ottimo livello, quel che conta è il risultato finale del mercato, non i rifiuti strada facendo (di chi poi? Non mi sembra abbiamo perso tutta questa qualità). Il punto 2 anche è un po’ debole, l’unica prestazione negativa è stata la partita contro il Pordenone in Coppa Italia, competizione completamente inutile: pensi davvero abbia influito così tanto? Il punto 3, la squadra, non può essere un’argomentazione pro-disertori, tantopiù che fin qui diverte e convince (non possiamo pretendere di asfaltare tutti come l’anno scorso, questo mi sembra sia chiaro). Credo piuttosto che a tenere a debita distanza molti tifosi sia stata quest’anno la programmazione delle partite: come si può sottoscrivere un abbonamento così alla cieca, senza avere idea di quando (giorno e ora) giochi la squadra da seguire? Significa vivere per il calcio, far ruotare la propria vita attorno alle scelte bisettimanali della Lega Pro. Poi forse un po’ l’effetto-novità del nuovo Padova che si è perso, ma sono certo che al primo filotto di vittorie lo stadio tornerà a riempirsi…(Ste.Via.)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy