AL PEGGIO NON C’E’ MAI FINE

AL PEGGIO NON C’E’ MAI FINE

Riportiamo qui il punto di Claudio Malagoli, caporedattore dello sport de “Il Gazzettino”

Il “ricambio” dell’allenatore per restituire grinta e certezze alla squadra, il silenzio stampa per dare modo ai giocatori di preparare la partita con la massima concentrazione, le strategie preparate negli allenamenti a porte rigorosamente chiuse per evitare gli errori dell’andata. Tutto un bluff di fronte alle scorribande di Eder e compagni. E il naufragio è arrivato di conseguenza, certificando che al peggio non c’è mai fine.

Difensori imbarazzanti, centrocampisti in affanno, attaccanti spuntati. Zero idee e tanta tensione. Quello di Empoli è stato un tonfo vergognoso, condito oltretutto da una baruffa in spogliatoio tra i biancoscudati che alimenta ancora di più la sensazione di una squadra allo sbando. E non bastano per salvare la faccia le scuse pronunciate a fine gara da Sabatini e la decisione di andare tutti in ritiro. Viene a questo punto da domandarsi quale sarà la prossima mossa di Cestaro e del suo staff di dilettanti allo sbaraglio per destabilizzare ulteriormente l’ambiente. Magari mettere assieme in panchina Sabatini e Di Costanzo. Può essere un’idea?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy