L’analisi di Baldin: perchè si potrebbe dare una prima svolta!

L’analisi di Baldin: perchè si potrebbe dare una prima svolta!

Allenatore di calcio, opinionista sportivo, consulente calcistico

Commenta per primo!

Dopo Padova-Brescia (brutta partita e primo punto in casa della gestione Mutti) dicevo che poteva essere l’inizio per andare a far punti in trasferta, tabellino ancora a zero per il Padova. Così è stato perchè si è pareggiato a Bari partendo da uno 0-2, si è nuovamente pareggiato in casa col Crotone disputando un discreta gara, ma soprattutto si è vinto fuori a Cesena!

La squadra con l’arrivo di Mutti aveva fatto 3 vittorie in casa e 3 sconfitte fuori, poi è arrivata Brescia e da lì 3 pareggi e una vittoria. Tutto questo porta ad un cammino con 4 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte su 5 partite in casa e 5 fuori.

Ecco perche oggi si potrebbe veramente dare una prima svolta e probabilmente scollarci da ultimo/penultimo posto dato che la Reggina ha perso ieri nell’anticipo.

Ho visto la Ternana a Cittadella il 1 settembre in una partita rocambolesca terminata 2-2 con pareggio di Antenucci allo scadere e non aveva fatto molto bene.

Mister Toscano aveva schierato la squadra in 3-5-2: tra i pali Brignoli, centrale di difesa Masi, i due marcatori erano Ferronetti e Farkas. Sulla corsia di destra Alfageme, su quella di sinistra Zito. I tre i mezzo con Viola centrale, Nolè ha fatto il mezzo destro e Maiello il mezzo sinistro. In avanti Felipe e Antenucci.

Certo la squadra umbra aveva fatto un mercato di un certo tipo e forse pensava di raccimolare qualcosa in più dei 18 punti attuali (2 più del Padova), ma questo significa che se oggi perde potrebbe essere inguaiata seriamente.

In più la Ternana la settimana scorsa ha sconfitto il Latina: risultato di tutto rispetto.

Non sarà una partita facile, ma la squadra patavina deve provarci: acciaccati, infortunati e squalificati non deve importare…oggi conta dare una prima vera svolta!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy