L’arrivo di Rocchi: come potrebbe cambiare il Padova

L’arrivo di Rocchi: come potrebbe cambiare il Padova

Allenatore di calcio, opinionista sportivo, consulente calcistico

Commenta per primo!

Il Padova prende quello che sulla carta potrebbe essere il ‘suo’ colpo dell’anno: ingaggia Tommaso Rocchi classe 1977, dal 2004 giocatore stabile di serie A (con Lazio e Inter) e con ben 85 gol segnati.

Curriculum di tutto rispetto e carattere da combattente nato, non credo che sia venuto a Padova per fare il comprimario anzi, credo che vorrà essere protagonista a tutti i costi. D’altra parte se la società l’ha ingaggiato, finendo per dover fare un ‘taglio’ doloroso come è successo per Raimondi, credo che lo voglia a pieno regime.

Facendo una piccola analisi sotto il profilo tattico, dobbiamo partire da una prima considerazione e cioè che mister Mutti fin qua ha sempre giocato con Mechiorri prima punta e Pasquato seconda punta (fatto salvo casi di cambio modulo a partita in corso).

Tra l’altro due giocatori che han fatto bene e che suppongo non rimarranno seduti in panchina.

Rocchi è un attaccante puro, che a mio avviso si ‘sposa’ bene con un’altra punta di reparto, ma può giocare sicuramente anche in un’attacco a tre. Considerando che Melchiorri, anche se nuovo nella categoria, sta facendo molto bene e Pasquato sta segnando gol importanti, non vedo molto la rottura di questa coppia, quanto più l’integrazione dei due con Rocchi.

Ecco che allora si potrebbe passare ad un 4-3-1-2, con Pasquato trequartista, e in questo modulo si favorirebbe un utilizzo migliore di Iori nel suo ruolo di ‘metodista’ con Cuffa e Osuji interni di centrocampo.

L’altra soluzione potrebbe essere un attacco a 3  con un trio davanti nel quale Rocchi e Melchiorri potrebbero interscambiarsi le posizioni e Pasquato giocare largo a sinistra o a destra; il centrocampo rimarrebbe quello di prima.

Ma attenzione: non è sicuramente accantonato il 4-4-2 (modulo ‘caro’ a Mutti e che fino ad ora forse ha dato le maggiori soddisfazioni quest’anno).

In questo caso si creerebbe una coppia d’attacco Rocchi-Melchiorri con i due esterni nei quattro di centrocampo che potrebbero diventare Pasquato a sinistra e Ciano a destra. In questo caso ‘salta’ un centrocampista tra Cuffa, Iori e Osuji.

Naturalmente altri nomi non sono assolutamente da considerarsi tagliati fuori, e anche se il reparto offensivo abbonda, la mia è puramente un’analisi su ciò che si è visto fin qua. Molti son stati fuori per infortunio (gli attaccanti soprattutto): Feczesin, Diakite e Vantaggiato potrebbero e possono dare ancora molto al Padova. Mentre Jelenic, Ampuero, Musacci che fin qui hanno anche giocato parti considerevoli non devono demordere perchè il compito più importante di un allenatore e considerare tutti allo stesso livello e dare ad ognuno le sue possibilità. Poi il campionato di serie B è lunghissimo e c’è bisogno di più giocatori e di una sana concorrenza all’interno del gruppo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy