Travolgenti!

Travolgenti!

Allenatore di calcio, opinionista sportivo, consulente calcistico

Ci voleva! Da troppo tempo (15 anni se non sbaglio) non si batteva il Vicenza e da un po’ tempo il pubblico patavino sognava una partita così, senza sbavature, con attenzione, con predisposizione alla costruzione, con la finalizzazione adeguata, ma soprattutto senza ansia! Ieri ho visto una squadra che ha giocato senza quello stato ansioso tipico dei momenti difficili o delle partite difficili. Forse si è raggiunta una certa serenità in spogliatoio, probabilmente sono stati fissati dei punti fermi e su questo si è lavorato: fatto sta che la squadra ieri sera ha dimostrato una tranquillità quasi disarmante. E si che era un derby!

A farne le spese un Vicenza che non si è capito bene se sia stato annientato dal Padova o che altro! Certo in campo non si è visto. Ho avuto l’impressione che la squadra di Maran abbia giocato d’attesa, del tipo ‘vediamo cosa succede’… ma senza volerlo e dopo una prima fase di assestamento, si è ritrovata con un Padova che costruiva e improvvisamente sotto di due gol!

Vicenza all’Euganeo con il 3-5-2, ma i due esterni del 5 di centrocampo si abbassano tanto per rientrare sempre su El Shaarawy e De Paula tanto da trasformare il modulo in un 5-3-2 molto piatto dietro. E qua secondo me il Padova ha fatto e vinto la gara perchè a centrocampo ha sovrastato il trio Morosini-Misuraca-Botta e tolto ogni rifornimento decente alle due punte Tulli e Abbruscato che sono stati divorati dalla nostra difesa!

Padova nel classico 4-3-3 e sciolti gli ultimi dubbi: Cuffa in campo e in attacco confermato il trio De Paula-Ardemagni-El Shaarawy. Insiste Dal Canto sugli stessi uomini e i risultati gli danno ragione: Cano in porta, coppia centrale difensiva Cesar-Legati, esterni i due inesuaribili Crespo e Renzetti. A centrocampo la piccola novità, se così la vogliamo chiamare, è Bovo che ritorna a destra e Cuffa sinistra con in mezzo un ispiratissimo Italiano.

Proprio Italiano… tante volte ho detto che è l’uomo che può far girare la squadra: accetta l’onere di andare a farsi dare tutti i palloni e impostare, le sue ‘fiondate’ sono colpi balistici di alta precisione che ti raggiungono ovunque tagliando il campo in lungo e in largo. Cesar e Legati svettano imperiosamente di testa e murano ogni ingresso per vie centrali, Crespo e Renzetti scorazzano sulla fascia (da un incursione di quest’ultimo il primo gol che sblocca il risultato), Bovo finalmente sui suoi livelli, forse il solo Cuffa è apparso un po’ indietro di condizione e ha fatto fatica, ma non si è mai risparmiato.

E poi l’attacco, consistente e proficuo! Ardemagni si danna l’anima va su tutti i palloni, fa la sponda, prende un sacco di colpi ma sicuramente con il suo gioco favorisce i due esterni, forse non segnerà molto in questo momento ma merita una sufficienza piena perchè là davanti lo trovi sempre. Che dire di El Shaarawy, lui è una futura promessa che gioca come se fosse 3 anni che gioca in serie B, addomestica il pallone come fosse una piuma, accelera quando necessario, calcia con precisione e ultimamente trova dei gol importanti: il suo gol di ieri sera ha mandato il Padova al riposo sul 2-0 e con una certa tranquillità per poter gestire il secondo tempo in modo adeguato. Il De Paula sereno e sbarazzino di questi tempi è una mina vagante, capace di accelerazioni devastanti e di un sinistro che ‘fa male’ ai portieri, al 3 gol esplode in un doppio salto mortale da guerriero affermato, al 4 gol parte in accelarazione al di quà della meta campo, saluta tutti e deposita in rete.

C’è spazio anche per uno spezzone di partita per il baby Drame che fa vedere spunti interessanti e per 10 minuti di Rabito che fa purè gol annullato però per fuorigioco.

Un Vicenza frastornato durante la partita ha provato a rialzare la testa passando al 4-4-2 con gli esterni molto alti a farlo diventare un 4-2-4, inserendo Cellini e Misuraca, accorcia momentaneamente le distanze con Cellini risolvendo un’indecisione in area su una palla alta, unico neo di una partita perfetta, ma giovedì sera… come direbbero da qualche altra parte… non c’era ‘trippa per gatti’ !

Augurissimi di Buona Pasqua a tutti i lettori di PadovaSport!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy