Disastro Kioene, decima sconfitta consecutiva: passa anche Monza

Disastro Kioene, decima sconfitta consecutiva: passa anche Monza

Commenta per primo!

Gi Group Monza – Kioene Padova 3-1
(25-17, 25-19, 19-25, 28-26)

Gi Group Monza: Fromm 18, Jovovic 1, Botto 9, Verhees 8, Beretta 8, Hirsch 13, Rizzo (L); Dzavoronok, Daldello, Terpin, Vissotto 4. Non entrati: Galliani, Brunetti. Coach: Miguel Angel Falasca.
Kioene Padova: Shaw 1, Giannotti 11, Maar 21, Volpato 6, Averill 13, Milan 2, Balaso (L); Bassanello, Zoppellari, Fedrizzi 7. Non entrati: Koncilja, Link, Sestan. Coach: Valerio Baldovin.
Arbitri: Piana-Frapiccini.
Durata: 26’, 26’, 26’, 36’. Tot. 1h 54’.
MVP: Christian Fromm (Gi Group Monza).

E’ un 3-1 amaro quello che porta a casa la Kioene Padova. Amaro perché la gara non era partita bene, ma allo stesso tempo dolce perché il terzo e quarto set sono stati disputati con grandissima intensità e grinta, quella che forse mancava da troppe settimane negli occhi dei bianconeri. A negare la gioia del tie break è stata una Monza non brillantissima ma sicuramente capace di affidarsi ai suoi uomini di punta nei momenti decisivi (vedi Fromm). Padova incassa così la decima sconfitta consecutiva ma guarda avanti con maggiore speranza per un finale di campionato nel quale sarà necessario rimettere in campo gli occhi della tigre visti negli ultimi due parziali in terra lombarda.
LA CRONACA. La Kioene parte con lo stesso sestetto visto contro Civitanova, con Shaw al palleggio, Giannotti opposto, Maar e Milan in banda, Volpato e Averill al centro, Balaso libero. Ottimo avvio per la Kioene Padova, con Milan che piega le mani al servizio di casa (1-4). Immediata le reazione di Monza, che trova la parità con il muro vincente di Botto su Maar (5-5). Sul muro del 9-8, coach Baldovin chiama il suo primo time out discrezionale del match. Al ritorno in campo la Gi Group prende il largo, imponendosi sia in attacco che a muro e sbagliando pochissimo al servizio (15-8). Fedrizzi prende così il posto di Milan ma la reazione patavina non arriva con la Kioene che si scompone. Il primo set si chiude 25-17.
L’equilibrio in avvio di secondo set viene spezzato con il primo tempo di Verhees che porta il punteggio sul 12-9. L’ace di Fromm che regala il provvisorio 14-11, costringe coach Baldovin a chiedere pausa di gioco. Sul 16-11 Bassanello entra per Maar per migliorare la ricezione ma Monza continua a condurre (20-15). Fromm trova il set ball sul 24-18 ed è lo stesso a chiudere 25-19.
Grazie a Volpato e Averill, nel terzo set la Kioene trova il vantaggio sul 7-9: coach Falasca chiede così time out. Al ritorno in campo l’uomo in più per Padova è Maar che trova il mani out dell’8-13. Monza si disgrega e l’attacco out di Botto vale il 9-15. Monza cambia le carte in tavola cambiando metà sestetto che rosicchia il vantaggio fino al 15-20 che porta coach Baldovin a interrompere il gioco per cercare di cambiare l’inerzia dei padroni di casa. Al ritorno in campo il muro dei veneti porta il punteggio sul 16-23 e a chiudere è il primo tempo di Averill (19-25).
In avvio di quarto set Giannotti forza al servizio e Fedrizzi mette a terra tre punti consecutivi che valgono il provvisorio 9-10. Al rientro in campo Botto trova due ace consecutivi che ribaltano la situazione (12-10). Hirsch è bravo a prendere per mano i suoi trovando l’ace del 17-13. La reazione patavina è di marca Maar-Averill che al servizio permettono di arrivare sul 20-19. E’ un finale palpitante con la Kioene che lotta ma Monza trova il muro del match ball sul 24-22. Giannotti lo annulla e il muro di Averill trova il 24 pari. Si va ai vantaggi e a chiudere però è Fromm (eletto poi MVP del match) che regala i tre punti alla sua squadra

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy