Capitan Iori e la rete di testa: “Non è un caso, lavoriamo molto sulle palle inattive. Siamo felici, ma ora testa al Pordenone”

Capitan Iori e la rete di testa: “Non è un caso, lavoriamo molto sulle palle inattive. Siamo felici, ma ora testa al Pordenone”

Commenta per primo!

Il Cittadella continua a viaggiare in testa alla classifica e l’ambiente granata è contagiato positivamente dalle prestazioni della squadra. Manuel Iori è contento del momento che sta vivendo la squadra ma da uomo d’esperienza sa che la strada è ancora molto lunga: “È ancora molto presto, si sta verificando l’equilibrio pronosticato alla vigilia e la gara con la Reggiana ce lo ha dimostrato perché loro sono attrezzati per lottare fino in fondo per la testa della classifica, saranno un avversario difficile per tutti”. Proprio contro gli emiliani il capitano ha trovato la sua terza rete stagionale, in un modo piuttosto insolito per lui, ovvero con un colpo di testa su azione d’angolo: “Per me è un fatto raro, anche se avevo segnato di testa anche l’anno scorso a Pisa. Le mie caratteristiche sono altre ma noi lavoriamo con un occhio di riguardo preparando diversi tipi di schemi sulle palle inattive perché nel calcio moderno sono sempre più decisive specialmente in gare dove la manovra diventa complicata”. Iori, al terzo gol stagionale è soddisfatto delle prestazioni personali ma soprattutto di quelle della squadra anche se suggerisce calma a tutto l’ambiente: “Dobbiamo guardare una partita alla volta e prepararla nei dettagli. Già sabato con il Pordenone ci aspetta un avversario forte con giocatori di qualità, sono una squadra difficile da affrontare e in questa settimana dovremo lavorare al meglio senza sottovalutare niente”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy