Cittadella, Bizzotto ancora protagonista: “Stare in vetta è bello, il tecnico può scegliere chi vuole e sa di pescare bene”

Cittadella, Bizzotto ancora protagonista: “Stare in vetta è bello, il tecnico può scegliere chi vuole e sa di pescare bene”

Commenta per primo!

Una vittoria importante, resa ancor più significativa dalla frenata delle inseguitrici, in attesa di vedere cosa farà questa sera l’Alessandria impegnata a Mantova. Il Cittadella ha saputo ribaltare il risultato a Pordenone dimostrando l’autorità della capolista e vincendo una gara tutt’altro che semplice grazie al suo trio d’attacco dove tutti sono andati a bersaglio, segno di un’ottima prestazione collettiva. Il giovane Giulio Bizzotto, tra i protagonisti del match del “Bottecchia” sprizza felicità da tutti i pori: “Stare in vetta è bello, la nostra rosa è lunga ed è questa la nostra forza. Il tecnico può scegliere chi vuole e sa che pescherà bene. Questa è una squadra che è stata costruita per puntare in alto, per vincere”. L’attaccante granata, classe ’96 è il classico bravo ragazzo che lavora molto e lascia sia il campo a parlare al posto suo: “I miei compagni sono fantastici, tanti di loro non stanno giocando molto eppure mi hanno sostenuto. Dovevo andare a festeggiare con loro il gol, l’ho fatto alla fine”. Per Bizzotto il momento è di quelli da incorniciare è la sua intesa con i compagni di reparto cresce partita dopo partita e a dimostrazione di ciò il doppio scambio di favori tra lui e Lucas Chiaretti, prima assist del brasiliano e gol di Giulio, e nella ripresa stesso copione ma a parti invertite: “Ho ringraziato Lucas per l’assist, era perfetto. Durante la gara forse non ha capito tutta la mia gioia al momento così a fine partita gli ho spiegato perché ero così contento. Poi nella ripresa è stato lui bravo ad essere lì pronto, un po’ come era successo a me nel primo tempo”.  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy