Cittadella-Brescia, le pagelle dei granata

Cittadella-Brescia, le pagelle dei granata

Allenatore di calcio, opinionista sportivo, consulente calcistico

Di Gennaro 5,5: ci ha abituati bene questo portiere, stasera però forse commette un’indecisione sul gol del Brescia

Pecorini 6,5: meglio nel primo tempo, dove si propone più volte con tempi ed efficacia, meno bene dal punto di vista della qualità nella ripresa, anche se il cambio di assetto forse lo penalizza un po’

Scaglia 6: i ‘clienti’ di stasera non son certo tipi facili, lui non molla un centimetro ben supportato da Pellizzer, sul gol però lascia qualche perplessità

Pellizzer 6,5: lotta molto sia contro un ‘lungo’ come Caracciolo, sia con un ‘brevilineo’ come Valotti, ne esce, come sempre, in modo egregio

Pugliese 5,5: si fa sorprendere dalla spinta di capitan Zambelli da quella parte, e forse assume un atteggiamento troppo difensivo che finisce per far subire alla squadra dalla parte sinistra

Rigoni 6 : un po’ nell’ombra per il lavoro oscuro, si occupa di ‘ricucire’, ma dovrebbe portare più propositività

Paolucci 6,5: cerca di tessere la tela con caparbietà, talvolta con troppa disinvoltura, ma regge bene l’urto con il centrocampo del Brescia

(Donnarumma dal 40’) s.v: messo per provare il tutto per tutto, ma troppo poco il tempo a disposizione e non riesce ad incidire

Surraco 5,5: cerca la profondità e non rinuncia alla conclusione quando si presenta una possibilità, ma se deve far male all’avversario ci vuol ben altro

(Perez dal 77’) 5,5: entra molto propositivo ma non trova la giocata né per la porta, né per i compagni

Lora 6,5: lo merita per come è rientrato in campo dopo l’infortunio e per come gioca la prima mezz’ora, poi con una partita a distanza di tre giorni comincia ad andare in riserva e viene sostituito

(Di Donato dal 66’) 5,5: sostituisce uno stanco Lora, fa ruotare le energie a centrocampo, forse la sua utilità si sarebbe vista di più se messo in un risultato di parità

Azzi 5: dopo un paio di prestazioni convincenti, non si ripete, si fa imbrigliare anche lui come Pugliese dalla posizione che assume Zambelli da quella parte

Djuric 6,5: forte di testa e nel gioco di protezione della palla, non trova la conclusione nello specchio della porta. Con un primo tempo da 7 e una ripresa appena sufficiente il voto fa media

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy