Cittadella choc, Foscarini: “Chiedo scusa a tutti”

Cittadella choc, Foscarini: “Chiedo scusa a tutti”

Tutto sbagliato. Il Citta prende quattro ceffoni dall’Albinoleffe e altri quattro glieli vorrebbero dare i propri tifosi. La partita più importante per la salvezza, gettata al vento. Adesso l’Albinoleffe li supera in classifica, granata in piena zona play out e che, con il risultato di sabato, annullano pure il 3-1 dell’andata. Citta agganciato a quota 40 dall’Ascoli, vittorioso 1-0 sul Pescara, ieri nel posticipo di mezzogiorno.

Così, se arrivassero a pari punti con i seriani, passerebbe Mondonico. Pazzesco. Si vince a Reggio Calabria e si viene umiliati in casa. Così non ci si salva. «Il Citta non ha giocato – dice uno spaesato Claudio Foscarini -, dare una spiegazione a questa prestazione non è facile. Durante l’intera settimana ci eravamo preparati nella consapevolezza dell’importanza di questo scontro diretto. Se c’era una partita da non perdere era proprio questa. Abbiamo lavorato in questa ottica curando tutti gli aspetti, da quello tecnico a quello tattico e psicologico».

Non sa cosa fare il tecnico granata. «Quando si perde così è necessaria una pausa di riflessione. Mi scuso, devo capire dove ho sbagliato anch’io. Più che la batosta, il 4-0, quello che preoccupa e che lascia sbigottiti è la mancanza di reazione, gli errori su cose facili. Ho capito da subito che non era giornata. Mentre con la Reggina al Granillo era successo l’opposto»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy