Cittadella, Coralli: “Pescara? Al massimo vado a pescare…”

Cittadella, Coralli: “Pescara? Al massimo vado a pescare…”

Commenta per primo!

«Più che a Pescara vado a pescare». Ciccio Coralli liquida con una battuta le voci di mercato che ieri volevano l’attaccante del Cittadella vicino al Pescara. Non c’è niente di vero e il bomber toscano smentisce categoricamente i contatti. «Io non ne so niente e il dg Marchetti, che ho visto anche ieri, non mi ha mai parlato di un possibile trasferimento a Pescara. Ci fosse un minimo di fondamento sarei a conoscenza della trattativa. Io voglio rimanere a Cittadella e niente mi farà muovere da qui». Coralli giura amore eterno al Cittadella. «Ho fatto di tutto per tornare e neanche un eventuale richiamo del Pescara mi farebbe traballare. Il mio obiettivo è di finire la carriera in granata. In questo momento poi non ci penso proprio ad abbandonare la nave. Voglio portare il Cittadella alla salvezza». Il pensiero numero uno di Coralli è di onorare il contratto e di arrivare a quota 15 gol nella classifica marcatori. «Quando ho firmato il contratto è stato fissato con il dg Marchetti un premio nel caso avessi raggiunto i 15 gol stagionali. Finora sono arrivato a 4 e quindi devo farne assolutamente altri 11. Riuscirci vorrebbe dire anche portare il Cittadella alla salvezza». Di rinnovo di contratto Coralli non ne ha ancora parlato. «Ci siederemo ad un tavolo e ne discuteremo quando sarà tempo. Adesso voglio solo pensare a chiudere bene il campionato. Il direttore generale (Stefano Marchetti) sa che mi piacerebbe restare a Cittadella per amore di questa maglia e perché sono fidanzato con una ragazza che abita a Piombino Dese».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy