Cittadella, Gabrielli chiama a raccolta il pubblico: contro il Crotone biglietti a un euro

Cittadella, Gabrielli chiama a raccolta il pubblico: contro il Crotone biglietti a un euro

Da Il Mattino:

Tutti allo stadio con un euro. È questa la promozione lanciata dal Cittadella in vista del prossimo scontro diretto per la salvezza, con il Crotone, in cartellone sabato alle 15 al Tombolato. Sarà possibile accedere alla Gradinata Est, ma anche alla Curva Nord-Ospiti, tirando fuori dalle tasche soltanto una moneta. «Abbiamo pensato a quest’iniziativa la scorsa settimana, prima della gara con l’Entella», spiega Andrea Gabrielli, presidente della società granata. «L’obiettivo è chiaro: richiamare quanta più gente possibile sugli spalti. Stiamo entrando nella fase più “calda” della stagione e abbiamo bisogno del sostegno dei nostri tifosi, pure di chi non assiste abitualmente alle partite. Serviranno anche loro a caricare la squadra, che deve recuperare i punti persi lunedì sera. Se il clima ci aiuterà, confido che si possano superare le 3.000 presenze». È preoccupato dalla sconfitta di Chiavari? «Non credo sia il caso di farne un dramma. Sarei stato preoccupato se avessi visto una squadra che subisce l’avversario sul piano del gioco, ma è evidente che questo non è successo. La partita l’abbiamo fatta noi, dominando i liguri sia per quanto riguarda il possesso palla sia per il numero di occasioni create. È un brutto risultato, ma non deve scalfire il morale dell’ambiente». Lo stesso Foscarini ha, però, commentato la gara parlando di una squadra che «ha avuto meno cuore dell’avversario», lasciando intendere che forse più di qualcuno si è «seduto» dopo una serie di risultati positivi. «Non parlerei di cuore, casomai di cinismo. Quello che ha avuto l’Entella, approfittando di un paio di nostri errori difensivi, e che non abbiamo avuto noi. Una volta in vantaggio, loro si sono asserragliati ancora di più in difesa, rendendoci la vita difficile. Ma, nel calcio, ci stanno anche serate così». L’impressione è che raggiungere la fatidica soglia dei 50 punti potrebbe non bastare per salvarsi. Concorda? «Sì. Noi contiamo di arrivarci il prima possibile, ma lì dietro stanno correndo tutte e questo potrebbe costringerci ad alzare l’asticella». Ci sarà da soffrire sino alla fine del campionato? «Io resto con i piedi per terra ed evito i proclami, dico solo che dall’inizio del girone di ritorno ho visto una squadra più “performante” e resto di quest’idea anche dopo il ko di lunedì. Nei ragazzi c’è la voglia di voltare subito pagina. E io ci conto». Un giorno per la nostra città. Stasera alle 18, dopo l’allenamento, il Cittadella sarà impegnato nell’ultimo appuntamento dell’iniziativa promossa dalla Lega Serie B, che prevede che ogni società dedichi un giorno al mese alla propria città: il tema, stavolta, è l’integrazione sociale. Pellizzer & C si recheranno alla “Carovana Cooperativa Sociale”, a Campagnalta di San Martino di Lupari. È un soggetto privato dell’area del no profit, fondato nel 1997 e diretto da Diana Chervatin: si occupa di disagio minorile attraverso la gestione di strutture di accoglienza residenziale o semi-residenziale

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy