Cittadella, la delusione del presidente

Cittadella, la delusione del presidente

Beffa. Mazzata. Delusione. Scivolone. Chiamatelo come volete che l’effetto rimane lo stesso: Cittadella sconfitto e penultimo in classifica, fermo a 4 punti. Ancora un tempo regalato ad avversari che, tutto sommato, erano alla portata. Ancora un gol decisivo subìto oltre il 90’, come contro il Frosinone. Una rimonta insperata acciuffata a cinque dalla fine di una gara che ha vissuto solo nella ripresa. Errori, sprechi, un punto nelle ultime tre partite e poca grinta. E da qui parte l’analisi del presidente Andrea Gabrielli.

Deluso. Non tanto per la sconfitta (la quinta), ma per come questa è arrivata. «Eravamo riusciti a fare l’impresa e credo che il punto sarebbe stato meritato, oltre che importante. Certo, l’Empoli è una buona squadra ma la nostra rimonta in dieci uomini ha detto che il Citta ne è allo stesso livello». In dieci, già. Job si è fatto espellere in maniera ingenua e sciocca. L’ingresso di Bellazzini nella ripresa era sembrata una mossa intelligente, perché ha dato il cambio di marcia nel momento giusto con il passaggio al rombo in mezzo al campo. Ma poi… «Poi è successo quello che non volevo vedere. Qualche errore singolo e ancora disattenzioni nei secondi finali. Questo nuovo cedimento nel recupero dice che non c’è il carattere per imporsi su un avversario che era alla nostra portata. E’ questione di anima, di testa: così non va».

Foscarini psicologo. Un presidente deluso non è il massimo. Riattacca il telefono quasi non avesse voglia di ripensare a ieri.

Stesso umore per Foscarini, che prova ad analizzare una sconfitta che lo allontana da obiettivi stagionali minimi. «La nostra reazione è stata proprio ottima, ho detto bravi ai ragazzi tranne che per l’ultimo minuto di recupero. Quello fatale. Mi infastidisce – dice – che siamo ancora qui a parlare di gol preso allo scadere. Dobbiamo capire perché e migliorare soprattutto questo aspetto del carattere, se no non andiamo avanti».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy