Cittadella: Paolucci salta Nocera, inibizione per Marchetti

Cittadella: Paolucci salta Nocera, inibizione per Marchetti

Commenta per primo!

Una giornata di squalifica per Andrea Paolucci e inibizione fino al 5 marzo nei confronti del direttore generale Stefano Marchetti per avere rivolto all’arbitro Marco Viti di Campobasso “locuzioni ingiuriose e un ironico applauso al 35′ del secondo tempo della partita Cittadella-Brescia”. Così commenta Marchetti: «Sono contento per Paolucci che ha preso solo una giornata, ciò significa che non ha commesso niente di grave. Ero preoccupato per il giocatore, mentre sulla mia espulsione le conseguenze non sono così importanti».

Ieri pomeriggio il tecnico granata Claudio Foscarini ha avuto tutta la rosa a disposizione per continuare la preparazione in vista della trasferta con la Nocerina. Oggi ci sarà la consueta doppia seduta. Il lavoro è la migliore medicina dopo una sconfitta. Anche per Luca Martinelli, che è rimasto molto dispiaciuto per l’errore che ha favorito il Brescia sabato scorso al Tombolato. «So che queste cose non devono capitare – confessa il giocatore – perchè il mio errore ci ha complicato il resto della partita. Sono stato sorpreso da un pallone che mi è capitato all’improvviso, credo anche deviato, e involontariamente ho fatto un assist all’avversario. Farò di tutto per rimediare».

La difesa del Cittadella nella prima parte di questo campionato è stato il reparto che più ha sofferto infortuni e squalifiche e l’allenatore più volte si è trovato con gli uomini contati. Luca Martinelli è stato fra quelli che più hanno sostenuto il peso di questo periodo. Nonostante ciò il giocatore si sente bene sia fisicamente sia mentalmente. «Avere giocato tanto può pesare, ma io non mi sento stanco per aver giocato fin dall’inizio di stagione con notevole intensità. Forse ultimamente non sto rendendo al meglio rispetto ai primi mesi, credo comunque che si tratti di un andamento che ci possa stare nell’arco della stagione. Adesso sto bene fisicamente, anche se ho passato qualche giorno di calo atletico dovuto a un attacco influenzale, normale nel periodo invernale».

L’arrivo del difensore Simone Ciancio con il mercato di gennaio era una delle esigenze apparse evidenti alla luce di quanto emerso nel girone di andata. Rafforzerà il reparto, come conferma Martinelli: «Sarà utile alla nostra causa e si sta integrando bene. Lo sto conoscendo di giorno in giorno sempre meglio e mi sta dando una buona impressione sia come ragazzo sia come calciatore. Troverà il suo spazio in un campionato che richiede prima o dopo il contributo di tutti».

Sulla prossima trasferta a Nocera Inferiore, continua: «Ritengo che sarà una partita dura contro una squadra ostica, che già ci ha dato filo da torcere all’andata. Noi dovremo fare la prestazione nella consapevolezza della nostra forza. Stiamo attraversando un buon periodo come gioco, un po’ meno come risultati, ma abbiamo la volontà di riprenderci i punti persi nell’ultima partita con il Brescia».

Sulla sua prima stagione a Cittadella, conclude Martinelli: «Sono contento, l’ambiente è ottimo, la cittadina piccola e tranquilla. Alloggio fuori porta Padova con la mia ragazza, Carmen. Ero arrivato dal Lecco e le mie aspettative erano quelle di crescere con un inserimento graduale. Invece sono partito titolare fisso. Avevo fatto il centrale difensivo, ma fin dal ritiro l’allenatore mi ha provato come esterno».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy