Di Carmine: “Cittadella non mi ha capito”

Di Carmine: “Cittadella non mi ha capito”

C’era una volta il Cittadella, isola felice. Stando alle dichiarazioni dei giocatori invece, quest’anno la piazza granata sembra scottare, in tanti stanno facendo le valigie. Anche Di Carmine, che al Mattino ha parlato in questi termini: “Credo che in generale il Cittadella non abbia capito Di Carmine. Tutto l’ambiente ha sempre gettato le colpe su di me. Se da una parte ringrazio Marchetti per tutto quello che ha fatto per me, dall’altra parte mi sono sentito scaricato dal Dg. Dispiace sia finita, ma la situazione non era più sostenibile. In campo si scende in 11 e invece tutti se la sono sempre presa con me quando non arrivavano i risultati. L’ambiente in generale, compresa la stampa, ha sempre preso Di Carmine come capro espiatorio di tutto”. Prosegue Di Carmine: “Penso di aver rotto con l’ambiente in generale. Gli unici con cui ho mantenuto un rapporto sono i tifosi della Vecchia Guardia. Solo loro sanno come sono andate le cose. Mi ha fatto male leggere sui giornali le dichiarazioni di Marchetti che non facevo più parte del progetto granata. A Cittadella tutti si aspettavano da me che li portassi a disputare un campionato diverso dagli ultimi due. Non ho fatto vedere magari quello che sono, ma mi sono sempre sacrificato per la squadra. Nessuno in serie B fa il lavoro sporco che faccio io. Dalla prossima stagione voglio cominciare a pensare più a me stesso”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy