Di Nardo e Di Roberto, il Citta risorge

Di Nardo e Di Roberto, il Citta risorge

CITTADELLA-GUBBIO 2-1

Marcatori: pt 15′ Di Nardo(C), 25′ Di Roberto(C); st 30′ Mario Rui((G)

CITTADELLA: Cordaz, Ciancio, Martinelli, Pellizzer, Marchesan, Vitofrancesco, Paolucci, Busellato, Di Roberto, Di Nardo ( st 34′ Job ), Maah ( pt 20′ Di Carmine ). A disp. Pierobon, Gorini, De Vito, Branzani, Carra.

GUBBIO: Donnarumma, Bartolucci, Briganti( st 17′ Ragatzu), Cottafava, Benedetti, Mario Rui, Sandreani ( st 44′ Farina ), Lunardini, Raggio Garibaldi ( st 22′ Gerbo ), Guzman, Mastronunzio. A disp. Farabbi, Almici, Caracciolo, Boisfer. All. Apolloni

ARBITRO: Viti di Campobasso, ass, Meli e Del Giovane; IV^ uff. Bindoni

Note: serata mite ma ventilata, terreno in perfette condizioni, spettatori 2000 circa. Ammoniti Busellato e Martinelli del Cittadella; Briganti, Gerbo e Mario Rui del Gubbio. Espulso al 45′ st Bartolucci del Gubbio. Angoli 4 a 0 ( pt 0-0) per i locali; recuperi pt 3′, st 3′

Dopo un solo punto raccolto nelle ultime cinque partite, il Cittadella torna a vincere con il Gubbio, che in settimana aveva cambiato il quarto allenatore della sua tribolata stagione. I veneti cominciano con altro piglio rispetto alla trasferta di Verona e impongono gioco e ritmo sin dal primo minuto. Le occasioni non tardano ad arrivare, con Di Nardo che al 9’ arriva in spaccata con un attimo di ritardo sul prezioso suggerimento di Vitofrancesco. Il vantaggio – meritato – al 14’: punizione di Di Roberto, Donnarumma anticipa Pellizzer, il pallone si impenna e Di Nardo è il più lesto di tutti ad insaccare di testa. Dopo neanche 20 minuti Maah deve abbandonare il campo per infortunio, ma il tema tattico dell’incontro non cambia, con Foscarini che inserisce Di Carmine, lasciando così intatto il modulo. II Gubbio non arriva mai nell’area del Cittadella, con la retroguardia di Foscarini che controlla senza alcun affanno sia Mastronunzio che Guzman, e il raddoppio, che arriva ancora su calcio piazzato, è la logica conseguenza della netta supremazia dei padroni di casa: posizione quasi identica a quella del primo gol, stavolta Di Roberto calcia direttamente a rete, e il pallone finisce nell’angolo dove Donnarumma non può arrivare. Il Gubbio com’era prevedibile inizia con piglio più deciso la ripresa, ma il Cittadella ha il merito di tenere alta la difesa, così il portiere Cordaz rimane a lungo inoperoso. La squadra di Foscarini cerca le ripartenze, e al 13’ Di Nardo è stoppato da Cottafava al momento di concludere a rete. Neanche Di Carmine qualche minuto più tardi riesce a concretizzare un contropiede, la conclusione è centrale. Centra il bersaglio invece Mario Rui, alla mezz’ora, al primo tiro verso lo specchio della porta. Sinistro velenoso, probabilmente “sporcato” da un giocatore granata, che sorprende anche Cordaz che non interviene. (Gazzetta.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy