Foscarini: “Dobbiamo cambiare marcia”

Foscarini: “Dobbiamo cambiare marcia”

Commenta per primo!

«Non possiamo aggrapparci ad un gol sbagliato o ad una marcatura persa all’ultimo minuto. Quello che mi rode è aver perso su una situazione che sapevamo benissimo di dover controllare in una certa maniera». Non si dà pace mister Foscarini per il gol di Troest, che al 93’ ha condannato il Cittadella ad una nuova sconfitta: «Avevamo preparato la gara sapendo che il Lanciano sin qui aveva segnato molti gol sugli sviluppi di calci piazzati» spiega il tecnico granata «Al 94’ non possiamo concedere una punizione in quella zona del campo. Nel complesso penso che i miei ragazzi abbiano offerto una prestazione positiva e generosa». Tanti errori che, alla fine, pesano eccome. Dal gol sbagliato di Perez, alla marcatura persa da Marino: «Non ci siamo seduti dopo il pareggio di Di Roberto, direi piuttosto che forse troppo ingenuamente abbiamo pensato di poter davvero trovare il gol-vittoria, scoprendoci ai loro contropiedi. L’errore di Perez è stato innegabile, andando in vantaggio avremmo potuto godere di altri spazi che si sarebbero aperti, ma col senno di poi non posso dire se il suo sia stato un errore decisivo ai fini di risultato. Ho scelto di schierarlo dal primo minuto per dare più sostengo a Coralli, non avrei potuto lasciare il solo Di Roberto. Quel che accadrà a gennaio non so dirlo, parleremo con la società e decideremo il da farsi». Laconica l’analisi di Michele Pellizzer: «Sinceramente non mi aspettavo una prima metà di anno così difficile», ammette il capitano granata, «Ora ci aspetta un girone di ritorno ancora più impegnativo. Dobbiamo cambiare marcia»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy