Foscarini: “Kupisz è proprio il giocatore che ci serviva”

Foscarini: “Kupisz è proprio il giocatore che ci serviva”

Francesco Stanco non è stanco, ma semplicemente influenzato. Tomasz Kupisz, invece, ha già iniziato a mettersi in mostra al Tombolato e pare aver convinto Foscarini della bontà della scelta fatta. Inevitabile chiedere al tecnico un parere sulle prime operazioni concluse dal dg Marchetti nel mercato di riparazione. «Stanco ha caratteristiche diverse rispetto a Sgrigna, Coralli e Gerardi: tutti e tre amano occupare il centro dell’attacco, mentre lui è una punta che sa staccarsi e giocare tra le linee» spiega il tecnico del Cittadella, che ieri ha dato subito un giorno di riposo al giocatore, febbricitante, lasciando a casa per lo stesso motivo pure Pecorini. «Sarà utile nel far salire la squadra e, col suo metro e novanta, è anche bravo nel gioco aereo». Stanco ha alle spalle 17 reti in 133 presenze con il Modena, in serie B, tra il 2010 e il 2014, ma arriva a Cittadella dopo una prima parte di stagione non esaltante a Pisa, in cui ha collezionato soprattutto scampoli di partita, senza trovare la via del gol. «Noi lo conosciamo da anni e indipendentemente da risultati dell’ultimo periodo sappiamo di che giocatore si tratta. Era da tempo nel nostro taccuino e viene a completare idealmente il reparto». E Kupisz, è davvero l’uomo che non c’era? «È il giocatore che ci serviva, perché, stante l’assenza di Schenetti, con quelle caratteristiche abbiamo in rosa solo Minesso, anche se sappiamo che pure Paolucci può essere impiegato sulla fascia. Kupisz è un esterno che può giocare sia a destra che a sinistra, sa saltare l’uomo, ha “gamba” e sa svolgere sia la fase offensiva che quella difensiva. È vero che in questa stagione non ha giocato ma si è sempre allenato regolarmente con il Chievo: si è presentato qui in buone condizioni». Ci saranno altri movimenti?In difesa resta sempre da coprire il “buco” creato dall’infortunio a Signorini, mentre, spostandosi più avanti, Palma pare vicinissimo al Lecce e si parla di uno scambio con l’Alessandria tra Mancuso e Spighi… «Vedremo. Restiamo pronti a cogliere le opportunità che si presenteranno, valutando ogni eventualità anche in uscita. Fermo restando che, per quanto riguarda l’assenza di Signorini, abbiamo elementi duttili come Cappelletti e De Leidi che sanno giocare molto bene sia da esterni che da centrali»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy