Gasparetto: “Che emozione giocare a Marassi”

Gasparetto: “Che emozione giocare a Marassi”

Commenta per primo!

«La vittoria con il Grosseto è stata molto importante, perché ci manda a Genova contro la Sampdoria con la giusta tranquillità, molti di noi non hanno mai giocato a Marassi, per portare a casa punti dovremo dare il 110%, giochiamola senza ansia». Daniele Gasparetto sente la sfida di sabato. E come lui, pure il Citta.

Si gioca contro una big scudettata, che fino all’anno scorso giocava l’Europa League e che adesso, corazzata, vuole tornare in A subito. Lui, difensore goleador (2 reti finora), sa che l’occasione è ghiotta. «Fare un punto sarebbe importantissimo, per la classifica, ovvio. Ma anche per le motivazioni di un gruppo giovane che ha bisogno di emozioni e conferme per crescere. Non sono queste le squadre contro cui dobbiamo vincere, però possiamo bloccare la Samp».

Il colpaccio sarebbe gradito. Anche contro l’ex Federico Piovaccari, bomber andato a segno proprio sabato scorso. «E’ forte e si merita quest’occasione – dice Gasparetto -. Noi come stiamo? Molto bene. Dovevamo riscattare la buona prova di Pescara, nonostante il ko, e credo che ripetere la gara del Tombolato sia l’unica strada, senza calcoli. Creiamo parecchie situazioni ma bisogna metterla dentro e segnare, nella ripresa abbiamo gestito bene il risultato anche con il gioco. Questo significa che stiamo migliorando. Se gestiamo bene il pallone, tutto è più facile. Vada come vada».

La squadra. Tutti al Lavoro, eccetto De Vito. Totò Di Nardo ok, sarà in campo dall’inizio a fianco di Maah, che ieri ha svolto lavoro tecnico con i compagni. La coppia d’attacco dovrà non far rimpiangere il blucerchiato Piovaccari, che detiene il record di reti segnate in granata: 23 gol. Dietro solo Matteo Ardemagni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy