Il Cittadella non ingrana, al Tombolato passa la Nocerina

Il Cittadella non ingrana, al Tombolato passa la Nocerina

CITTADELLA (4-4-2): Cordaz; Vitofrancesco, Pellizzer, Scardina, De Vito (37′ st Carra); Di Roberto (9′ st Job), Schiavon, Magallanes (26′ st Gasparetto), Bellazzini; Maah, Di Carmine. A disposizione: Pierobon, Marchesan, Branzani, Martignago. All. Foscarini.

NOCERINA (3-4-3): Gori; Filosa (44′ pt Marsili), Pomante, Di Maio; Del Prete, Bruno, De Liguori, Bolzan; Catania (18′ st Nigro), Castaldo, Farias (40′ st Petrilli). A disposizione: Russo, Alcibiade, Sacilotto, Caturano.  All. Auteri

RETI: 2′ pt Catania, 37′ pt Bellazzini, 45′ pt Di Maio, 49′ st Castaldo rig.

ARBITRO: Di Paolo. ESPULSO: De Liguori (Nocerina) per doppia ammonizione al 32′ pt. AMMONITI: De Liguori, Bolzan, Del Prete, Bruno, Pellizzer, Schiavon, Gasparetto.

Colpo in trasferta della Nocerina che batte il Cittadella e lo scavalca in classifica. Pronti, via, e subito opsiti in vantaggio: Farias supera Vitofrancesco e indirizza un gran destro che finisce proprio all’incrocio dei pali, la palla cade dalle parti di Catania che è il più lesto di tutti e infila Cordaz. Il Cittadella colpito a freddo fatica a riorganizzarsi, la Nocerina invece continua a spingere sulle corsie esterne. Bellazzini in evidenza al 12’, punizione alta sulla traversa, e qualche minuto più tardi, stavolta il sinistro deviato da un difensore è facile preda del portiere. Al 32’ azione personale di Di Carmine, contratto in area al momento del tiro, subito dopo la Nocerina resta in dieci uomini per l’espulsione di capitan De Liguori (doppio giallo), Auteri arretra Catania sulla linea dei centrocampisti. Il Cittadella pareggia al 37’: Pomante in area stende Maah che gli aveva portato via il pallone, rigore, Bellazzini spiazza il portiere. L’attaccante ritrova il gol che mancava da oltre un anno. In pieno recupero, la Nocerina passa nuovamente in vantaggio, con Di Maio che anticipa Pellizzer e insacca. In avvio di ripresa Foscarini toglie uno spento Di Roberto per Job. La partita si infiamma al 20’, quando Bellazzini impegna Gori in angolo, dalla bandierina, pallone a Job che calcia a colpo sicuro, devìa di testa un difensore. Palo di Farias al 21’, lo imita un minuto più tardi Job, in entrambi le occasioni portieri fuori causa. Ancora Farias pericoloso al 34’, destro toccato oltre la traversa da Cordaz. Il terzo gol della Nocerina al 48’, su rigore di Castaldo, che lo stesso si era procurato dopo aver subito fallo da Gasparetto (gazzetta.it).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy