Il ritorno di Jack De Gasperi

Il ritorno di Jack De Gasperi

Il veterano del Citta è tornato titolare, Foscarini punta su di lui per la svolta

Commenta per primo!

Una vittoria arrivata dopo tanta sofferenza. Dopo urla, incitamenti dalla panchina, esempio e umiltà. Joachim De Gasperi è stato un pilastro. Lo è ormai da oltre dieci anni, ma ad Ascoli ancora una volta ha aiutato il gruppo come sa fare lui. «La vittoria è arrivata anche con un po’ di fortuna, e lo dicevo qualche tempo fa: ci serviva proprio questo. Abbiamo forse giocato meno bene di altre volte, ma la ruota gira e abbiamo raccolto. Merito del gruppo e del mister: non abbiamo mai perso la calma e la rotta giusta, sapendo che potevamo riprenderci appena il vento sarebbe cambiato».

Piovaccari e il gol decisivo. I tre punti che danno ossigeno. «Federico si sta comportando benissimo, è entrato subito nell’ottica del gruppo e ci tiene molto. Come tutti gli altri. Abbiamo perso elementi importanti, ma ci salveremo. La classifica non ha senso guardarla, fare calcoli. Sappiamo come siamo messi e con questa vittoria davvero stiamo meglio».

Lo ha dimostrato anche lui, che dopo la partita con alcuni compagni si è trasferito alla sagra di Cittadella, dilettandosi pure dietro al bancone come barman. Domani sera ci sarà la partita di Coppa Italia contro il Brescia di Iachini. Che va male in serie A e che si ritroverà davanti le maglie granata, in un amarcord dei play off dell’anno scorso. «Pensiamo a fare bene, senza pensieri strani. Ogni partita è utile. Il Brescia è acqua passata e si meritarono il passaggio. Noi dobbiamo pensare al presente»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy