Latina-Cittadella, Stanco: “Dobbiamo ripeterci. Il mio gol? Era regolare”

Latina-Cittadella, Stanco: “Dobbiamo ripeterci. Il mio gol? Era regolare”

«Era un gol talmente bello che doveva essere concesso per principio». Ci scherza su, Francesco Stanco. Ma è evidente che quanto accaduto contro la Ternana ancora gli rode, con quella rete annullata dopo neanche un quarto d’ora per un fuorigioco che non sembrava esserci. Che sensazione ha avuto dal campo? «Che fosse regolare. Quando ho visto che Kupisz stava per crossare mi sono fermato, e quando mi è arrivata la palla, che ho colpito al volo, avevo i difensori davanti a me. Oltretutto nessuno ha protestato, fra gli umbri. Pure questo qualcosa vorrà dire, no?». Spiace anche perché, sbloccato il risultato, il Cittadella avrebbe potuto impostare la gara nel modo che preferisce. Nel secondo tempo, invece, è stato Brignoli a negarle un gol per certi aspetti più facile. «È stata la classica situazione in cui l’attaccante sbaglia perché prende troppo bene la palla, una conclusione “sporca” sarebbe andata probabilmente a bersaglio. Mi sento responsabile per i tre punti che non sono arrivati». Dopo i 5 centri nelle prime otto uscite, da quattro partite è a digiuno. Gli avversari hanno imparato a conoscerla o è solo sfortuna? «Di sfortuna non mi sentirete mai parlare, non ci credo. E alle attenzioni “particolari” dei difensori sono abituato. È vero, invece, che nelle tre giornate precedenti alla sfida di domenica non mi sentivo particolarmente brillante, con la Ternana, al contrario, ho avuto subito altre sensazioni. Dirò di più: sono comunque convinto che la mia sia stata una buona prova, perché mi sono fatto trovare più volte al posto giusto. In questi casi il gol prima o poi arriva». Magari a Latina nel match di giovedì sera. Sarà quello l’incontro della svolta? «La situazione di classifica dei pontini è la stessa degli umbri, e vincere in casa loro ci permetterebbe di allungare sul gruppo che lotta per la salvezza. Ma non dimentichiamo che il Latina è stato costruito per i playoff e, da quando è allenato da Iuliano, ha ritrovato slancio. In ogni caso, sarei contento se ripetessimo la stessa prestazione di domenica, perché, al di là degli errori sotto porta, è stata una delle nostre migliori partite». Resta da capire quale sarà l’undici che potrà scendere in campo: soltanto oggi si avranno gli esiti delle ecografie a cui si sono sottoposti ieri sera Rigoni e Scaglia. Pellizzer salterà sicuramente anche questa sfida e rientrerà con il Carpi, mentre Camigliano, dolorante alla spalla, ha raggiunto la Nazionale Under 20 che stasera sfiderà la Svizzera a Lugano. Ieri al Tombolato mancava pure Coralli, influenzato. Multa e diffida. Il giudice sportivo ha sanzionato la società granata di 2.000 euro per insulti dei suoi tifosi all’arbitro Nasca, mentre Camigliano, ammonito, è entrato in diffida.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy