Altro che fastidio al collo, Litteri ha un’ernia. Lo stop è più lungo del previsto

Altro che fastidio al collo, Litteri ha un’ernia. Lo stop è più lungo del previsto

Commenta per primo!

Il Cittadella dovrà fare a meno del suo bomber, Gianluca Litteri, ancora per molto tempo. Il rientro in campo dell’attaccante catanese è infatti rimandato a data da destinarsi. A tenerlo ai box ormai da un mese e mezzo non è una semplice infiammazione, ma, come spiega il medico sociale granata Ilario Candido, intervistato da Il Mattino “una protrusione erniaria a livello cervicale”. Nonostante i tentativi di minimizzare (a che pro?), è questa la diagnosi che purtroppo terrà ai box Litteri per altre giornate di campionato. Quante? “Questo tipo di infortunio ci spinge ad andare con i piedi di piombo e non consente di sbilanciarsi sui tempi di recupero – è la risposta di Candido – occorre valutare di giorno in giorno come risponde alle terapie che sta facendo. È un problema delicato, e prima che possa tornare ad allenarsi assieme agli altri occorre essere sicuri che non si ripresenti. Se fosse solo una semplice infiammazione, tutto si sarebbe già risolto e lo avremmo di nuovo qui. Litteri sta continuando a svolgere terapie al Centro Fisio&Sport e continua a dedicarsi alla palestra, ma è prematuro ipotizzareuna data di rientro».
L’infortunio sembra essere nato, come raccontato nelle scorse settimana dallo stesso attaccante (autore di 10 gol in 20 presenze in questo campionato di Serie B), nel corso di un allenamento nella settimana che ha preceduto la sfida con l’Entella, circa un mese e mezzo fa, probabilmente in seguito ad un movimento sbagliato, effettuato senza il giusto riscaldamento.
Il reparto degli attaccanti potrebbe però ritrovare Strizzolo già per la gara con l’Avellino di sabato: l’ex Pordenone continuerà anche oggi con il lavoro differenziato, ma molto probabilmente da domani tornerà ad allenarsi assieme al gruppo. Buone notizie anche riguardo a Kouamé, pure lui alle prese con i postumi della gara con l’Entella che ha chiuso il 2016 granata: il giovane attaccante ivoriano sta ancora facendo i conti con la lacerazione al tendine del bicipite femorale destro. Ha già ripreso a correre blandamente e potrebbe essere in campo per fine febbraio, tutt’al più ai primi di marzo, in anticipo sulla tabella di marcia prevista per un infortunio come il suo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy