Calcio e social network, Tacopina se la prende con una pagina fake. Il Cittadella…

Calcio e social network, Tacopina se la prende con una pagina fake. Il Cittadella…

Comunicati equivocati, pagine abusive: ecco cosa succede a rimanere fuori da facebook &co. Nel padovano tutte presenti, a parte due. E i numeri crescono sempre di più

Il calcio nell’era social: un argomento tanto chiacchierato come il “pallone” non poteva che diventare terreno fertile in Italia per i vari Facebook, Twitter o Instagram (per citare i principali). Oggi tutti i principali club calcistici utilizzano questi strumenti per una comunicazione più istantanea, per misurare l’umore dei tifosi, per “fidelizzarli” o per creare nuove opportunità per gli sponsor. Ma ci sono anche società “silenziose” nel mondo social, che continuano strenuamente a viaggiare contro corrente. Per ritrovarsi poi comunque catapultati nel pianeta-Zuckerberg (perchè, ormai, è proprio impossibile starne fuori). Due esempi alle nostre latitudini: il Campodarsego (senza pagina facebook ufficiale) domenica al termine del big-match a Venezia, è stato attaccato frontalmente dal presidente dei lagunari Joe Tacopina. Colpa di un post cattivello pubblicato la notte prima del match da una pagina non ufficiale aperta da alcuni tifosi. L’avvocato americano l’ha inteso come un comunicato della società padovana, costruendo la conferenza stampa attorno alle frasi incriminate, con tanto di lettura davanti alla stampa del post. Un’altra società che, per scelta, ha deciso di non sbarcare su facebook è il Cittadella (unico club tra i professionisti). A cogliere la palla al balzo è stato un tifoso del Padova che ha aperto la pagina As Cittadella, sfruttando nome e marchio per l’engagement online di tifosi e simpatizzanti del club granata (che in questi anni sono nettamente aumentati, anche al di fuori delle Mura). Più di ventimila fan “utilizzati” in realtà per creare traffico verso un sito internet di informazione sportiva (fanno un po’ sorridere i post “Forza Citta”, “Non molliamo”, “Cuore granata” scritti in realtà da tifosi di altre squadre). Il Cittadella ha già fatto sapere di non gradire l’iniziativa, ottenendo il cambio del logo (che adesso è una brutta copia di quello originale). Per rimanere nella nostra provincia, come noto, sta lavorando molto bene sui social il Calcio Padova (che vanta a oggi più di 53200 likers, tra le assolute regine in Lega Pro). In serie D continuano a crescere Luparense (5232, dato aggiornato a oggi), Este (1195) e Abano (1140).
Altri numeri su social network e calcio: la squadra di calcio di Serie A con la più grande community facebook è il Milan, con 24 mln di fan, seguito da Juventus (20 mln) e Inter (5.5 mln). Per quanto riguarda i campionati, stravince la Liga Spagnola, che da sola conta 318 mln seguaci, seguita dalla Premier League con i suoi 294 mln. Molto staccate Serie A (85,5 mln), Bundesliga (74,9 mln) e Ligue 1 (49,3 mln). I numeri però sono in continua crescita e, come dimostrano i casi di Campodarsego e Cittadella, starne fuori è proprio difficile… per tutti.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy