Cesena-Cittadella, per Valzania una partita speciale: “Già penso all’emozione varcando il cancello del Manuzzi…”

Cesena-Cittadella, per Valzania una partita speciale: “Già penso all’emozione varcando il cancello del Manuzzi…”

Commenta per primo!

Djuric e Di Roberto da una parte. Iori e Valzania dall’altra. Cesena-Cittadella, in cartellone sabato pomeriggio allo stadio Manuzzi, sarà anche una questione di ex. Sono due per parte, sì, ma è soprattutto per l’ultimo fra i giocatori citati che la sfida rivestirà un significato particolare. «Sono nato a Cesena e lì ho seguito tutta la trafila dalle giovanili sino alla prima squadra. Ci sono cresciuto, come calciatore e come persona, anche se ora il mio cartellino è dell’Atalanta», spiega Luca Valzania, «so già che le emozioni che vivrò, varcando i cancelli dello stadio, saranno fortissime. Credo che nei prossimi giorni sentirò un po’ tutti i miei ex compagni, in particolare i più giovani, che hanno seguito il mio stesso percorso. A Dalmonte, in particolare, sono rimasto molto legato».
Cos’è mancato al Citta nelle ultime gare? «In questo periodo al primo errore veniamo puniti e questo poi influisce sulle nostre prestazioni. Il secondo gol, contro la Spal, è stato simile a quelli subiti a Carpi: capita, appunto, che forziamo l’azione, perdiamo palla dopo un cross e poi fatichiamo a riprendere posizione velocemente o ad aggredire l’avversario. È successo più volte e si è visto, inoltre, che manchiamo di astuzia. Però penso che il Cittadella abbia dimostrato di essere forte e saper giocare a calcio». L’umore in spogliatoio com’è? «Non può essere quello dei giorni migliori, ma non abbiamo perso la fiducia in noi stessi. E poi un periodo simile l’abbiamo già vissuto, ma siamo riusciti a rimetterci in carreggiata, riprendendo la nostra marcia. Occorre avere più continuità, fondamentale in un campionato così lungo. Lo sappiamo, ci stiamo lavorando. E vedrete che prima o poi la troveremo, ne sono convinto». Se dovesse togliere al Cesena un giocatore, quale sarebbe? «Ne cito un paio: Ciano e Djuric, due attaccanti che riescono a risolverti la partita dal nulla, sfruttando l’episodio». Ieri, intanto, Chiaretti, Kouamé e Pascali si sono allenati ancora a parte. Il giudice sportivo, come previsto, ha invece squalificato Bartolomei (e Koné del Cesena) per una giornata. (Da Il Mattino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy