Cittadella, ecco i top&flop della prima parte di campionato

Cittadella, ecco i top&flop della prima parte di campionato

Un bilancio della stagione 2015/16, prima della ripresa

Commenta per primo!
Girone d’andata quasi terminato (manca solo sabato 9 gennaio in casa con il Sud Tirol) e il Cittadella chiude da capolista solitario questa prima parte del campionato. Tempo dunque di primi bilanci: chi si è distinto particolarmente, chi ha deluso, chi è da rivedere, ma di sicuro un bravo a quasi tutti.
TOP
Alfonso ha chiuso l’anno in positivo, dopo qualche ombra nelle prime uscite il suo rendimento ha subito un’impennata e si è ‘certificato’ il posto da titolare. Sicuramente alti i rendimenti di Scaglia e Pascali, coppia centrale difficile da superare per gli attaccanti avversari. Sorpresa positiva Salvi, in estate fortemente voluto da Venturato e Marchetti, che si è appropriato della parte difensiva destra e non l’ha più mollata. Rendimento sufficiente anche per Donazzan che si è alternato a sinistra con Benedetti, entrambi si sono distinti positivamente almeno per la parte difensiva. In mezzo il top è Iori, un giocatore che farebbe comodo a tanti e che col suo paziente lavoro di cucitura tra i reparti ha permesso al centrocampo dei granata di cambiare gli interpreti ma di tener alto il rendimento. Senz’altro positivo anche l’apporto di Bobb (che ricordiamo è un ’96) e di Paolucci giocatori che più hanno giocato in questa prima parte al fianco di Iori. Sufficienza per Schenetti e Minesso che pur avendo contribuito di meno sono comunque riusciti a lasciare l’impronta.
Davanti su tutti Litteri, vero colpo estivo e giocatore che sembra sempre in grado di far reparto da solo: cambiano tutti gli altri ma per ora lui sembra irremovibile. Più che positivo il giovane Bizzotto che sta cercando conferma nella categoria dopo le positive impressioni dello scorso anno al debutto in B. Molto bene il Chiaretti della prima parte, leggermente in flessione a dicembre, ma comunque sempre vivo e propositivo. Sufficienti anche l’apporto di Sgrigna, che dopo essere stato fuori quasi tre mesi per un infortunio pesante sta cercando di recuperare posizioni e mettere al servizio della squadra la sua creatività, e quello di Jallow che con la sua velocità e le improvvise accelerazioni ha sempre ravvivato la parte offensiva della squadra.
FLOP
Qualche ombra nel rendimento di Vaccarecci, nelle poche volte chiamato in causa. Da rivedere l’apporto dato da Cappelletti e De Leidi che sembrano lontano dalla condizione e dalle prestazioni che spesso avevano mostrato nella precedente stagione in categoria superiore. Anche Lora non è riuscito a dare quel di più nei pochi spezzoni di gara a cui ha preso parte ma la concorrenza in questo centrocampo è tanta e il ragazzo è stato molto sfortunato fin qui. Coralli probabilmente soffre la tanta concorrenza (ricordiamo che il Cittadella ha nei nomi un signor attacco), forse soffre più fisicamente che mentalmente, spesso è entrato a partita in corso, ma si contano più le situazioni mancate che quelle risolte: diciamo che da uno come lui ci si aspetta sempre qualcosa in più.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy