Cittadella-Empoli, Gabrielli: “Sono di un’altra categoria rispetto a noi, ma lo spettacolo è assicurato”

Cittadella-Empoli, Gabrielli: “Sono di un’altra categoria rispetto a noi, ma lo spettacolo è assicurato”

di Redazione PadovaSport.TV

Sabato al Tombolato arriva la capolista Empoli, che insieme al Frosinone condivide la piazza d’onore del campionato di serie B, a sei punti dalle inseguitrici. Sulla carta una vera corazzata, costruita per tornare in serie A. «Sappiamo chi è l’Empoli, non serve parlarne più di tanto e creare ulteriori attese – dice il presidente del Cittadella Andrea Gabrielli, intervistato da Il Gazzettino – Al Tombolato arriverà la capolista del torneo e verrà da noi per confermarsi tale. È sicuramente una squadra di altra categoria rispetto al Cittadella». E da un certo punto di vista questa differenza di valori potrebbe anche semplificare le cose. «Penso che i giocatori scenderanno in campo in maniera spensierata, vorrei che la gara con l’Empoli fosse affrontata con leggerezza. Che non significa partire sconfitti, sia chiaro, ma non vorrei nemmeno creare troppe attese, altrimenti il tarlo che abbiamo in testa, quello di voler fare risultato in casa nostra a tutti i costi, comincia ancora a scavare e diventerebbe solo deleterio per la squadra». Viste le gerarchie della classifica e il grande momento dell’Empoli, che verrà al Tombolato per fare la propria partita e non per difendersi, possiamo affermare che il compito del Cittadella potrebbe considerarsi meno complicato di altre volte? «Può essere così, magari giochiamo con la mente più sgombra. La squadra, comunque vada la partita, non dev’essere criticata perché l’impegno che ci attende è gravoso. Io comunque mi auguro sempre di vincere». Certamente sarà una bella partita. «Me la immagino così, un confronto divertente tra due squadre che cercano di imporre il proprio gioco, che pensano a costruire prima ancora di distruggere. Sarà una gara aperta a qualsiasi risultato». Annunciata in tribuna la presenza del doppio ex Claudio Coralli: “Sarei felice di rivederlo e riabbracciarlo, è un grande del Cittadella”, la speranza del presidente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy