Cittadella, Iunco: “In gol grazie ai miei compagni, la dedica è per la mia famiglia”

Cittadella, Iunco: “In gol grazie ai miei compagni, la dedica è per la mia famiglia”

Commenta per primo!

“Il mio primo pensiero dopo averlo realizzato è stato per mia moglie Carla e i miei figli, Andrea e Jacopo, che sono sempre stati al mio fianco e che non hanno mai smesso di credere in me. Non posso che dedicarlo a loro, sperando sia il primo di una lunga serie», sono le parole di Antimo Iunco, intervistato da Il Mattino. L’attaccante è il dodicesimo giocatore del Cittadella ad andare in gol in questa stagione. “Io già fondamentale? No, non lo sono – ha risposto schietto Iunco –  Fondamentali sono i compagni che mi hanno messo nelle condizioni di segnare”. Solo
la Spal, che ha fatto centro con 14 elementi, si è comportata meglio. A testimoniare come questa squadra riesca a portare tanti giocatori al tiro: non a caso l’assist per l’1-1 è arrivato da Scaglia, un difensore centrale, proiettatosi in avanti su un calcio piazzato. Sul gol annullato allo stesso Iunco durante la partita di Novara: “Non so neanch’io se è stata spalla o braccio. L’azione si è svolta in velocità e non so dire con certezza se un tocco di mano c’è stato. Se l’arbitro l’ha visto, ha fatto bene ad annullarlo”. Ora si pensa al match di sabato con l’Avellino, al Tombolato. Al gruppo mancheranno gli azzurrini Valzania e Vido, convocati rispettivamente nelle file della B Italia e della nazionale under 20 che, domani, si sfideranno al “Curi” di Perugia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy