Cittadella, la statistica è dalla tua: solo nell’anno della Juve in B non si giocarono i play-off

Cittadella, la statistica è dalla tua: solo nell’anno della Juve in B non si giocarono i play-off

Se la forbice tra le prime tre squadre di serie B e tutte le altre al termine della stagione è maggiore di 9 punti i play-off non si giocano. Questo dice il regolamento, caso raro a guardare i numeri. Come spiega oggi Il Mattino, si tratta di una situazione molto particolare. Può succedere anche quest’anno, quando mancano sei giornate al termine e il divario tra terza e quarta è di 8 punti? Da vedere. In altri due casi ci si è trovati alla 36esima giornata con questo gap: nelle stagioni 2006/2007 e 2012/2013. Che si conclusero con esiti diversi. Nel primo caso il Genoa si trovava a + 8 sul Rimini e non si disputarono i playoff. Conforta ricordare che fu un’annata a dir poco anomala, perché fu quella della Juventus in B dopo l’affaire Calciopoli, con 9 punti di penalizzazione: chiuse, comunque, largamente al comando, con Del Piero capocannoniere a quota 20 gol. Alle sue spalle, due squadre che con la serie cadetta storicamente centrano poco, Napoli e Genoa, le quali, con il loro pareggio per 0-0 nello scontro diretto dell’ultima giornata, tagliarono fuori il Piacenza dai giochi. Più beneaugurante l’esito della stagione 2012/13, in cui, a 6 turni dal termine, l’Hellas si trovava a + 8 sull’Empoli. Alla fine i gialloblù salirono per secondi e furono promossi direttamente in A, mentre il Livorno, che prima era davanti alla formazione scaligera, scese al terzo posto. E così si disputarono i playoff, vinti dagli amaranto sull’Empoli, nel derby tutto toscano.

Nella foto, un’immagine di Juventus-Rimini nella stagione 2006/07

Classifica serie B

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy