Cittadella, Lora: “Ho conquistato la promozione sul campo e ora voglio dare il mio contributo anche in B”

Cittadella, Lora: “Ho conquistato la promozione sul campo e ora voglio dare il mio contributo anche in B”

Commenta per primo!

Oltre a Massimiliano Busellato, rientrato dal prestito alla Ternana, c’è da chiarire il futuro di Filippo Lora che sarebbe nel mirino della Reggiana. Il centrocampista però smentisce: «Non so niente di questo interesse nei miei confronti». E nega anche altre ipotesi: «Sono un giocatore del Cittadella e la mia volontà è quella di rimanere in questo gruppo per fare bene anche in serie B. Ho contribuito a riconquistare la serie cadetta e ritengo giusto dare il mio contributo per raggiungere altre soddisfazioni assieme ai miei compagni, che prima di tutto sono degli amici. E ciò per me conta molto».
Nella scorsa stagione l’ex capitano della Primavera del Milan si è rivelato, soprattutto nel finale di campionato, elemento determinante per i successi della squadra. Sette i suoi gol realizzati, compreso quello di dubbia paternità messo a segno con la Pro Patria, emblematico quello che ha sancito la matematica promozione in B nel finale di partita il Pordenone al Tombolato. Un gran gol al volo con una bomba in diagonale finita sotto l’incrocio. Ricorda Lora: «Sette era il numero di gol che mi ero prefissato di raggiungere all’inizio di campionato, ci sono riuscito con un bel finale. Lo stesso numero di gol mi propongo di realizzare in questa stagione, anche se il salto di categoria renderà più difficile questo traguardo».
Sulle prospettive del nuovo Cittadella, conclude: «L’intelaiatura è quella che ha vinto lo scorso campionato. Non è stato confermato qualche giocatore, e ciò dispiace a tutti, ma il direttore ha operato nel mercato in modo che ritengo mirato e lungimirante ringiovanendo e irrobustendo una rosa che potenzialmente ha maggiore qualità».
Al suo quarto anno consecutivo in maglia granata, il centrocampista di Thiene restando a Cittadella diventerebbe fra un anno una “bandiera”, peculiarità non trascurabile ai fini della composizione della rosa. Forse per questo le lusinghe che circolano suoi confronti potrebbero non andare a buon fine. Sempre che, per dirla alla Marchetti, non arrivasse alla società un’offerta “facoltosa”. (da Il Gazzettino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy