Cittadella, oggi amichevole a Rosà. Berretti in corsa per lo scudetto di categoria

Cittadella, oggi amichevole a Rosà. Berretti in corsa per lo scudetto di categoria

Da oggi anche il campionato Berretti entra nel vivo. Con la gara di andata degli ottavi di finale scatta la corsa allo scudetto di categoria, che vede il Cittadella legittimo aspirante alle posizioni più nobili. I granata, che hanno chiuso il proprio girone al secondo posto alle spalle della Cremonese, saranno ospiti del Prato. I toscani si sono posizionati al quinto posto nel girone A, nel quale erano presenti anche Inter e Torino, arrivati rispettivamente primo e secondo, ma senza far classifica “ufficiale”. Fischio d’inizio alle 15 allo stadio Lungobisenzio di Prato, ritorno tra 7 giorni al Tombolato. Queste le altre gare degli ottavi in programma: Bassano-Alessandria, Mantova-Giana Erminio, Pavia-Cremonese, Lecce-Arezzo, Teramo-Casertana, Catania-Tuttocuoio, Pisa-Matera. Intanto, una sorta di prova generale il Cittadella prima squadra la farà questo pomeriggio alle 15.30: sarà di scena al comunale di via dei Fanti a Rosà, per affrontare la squadra giallonera di casa, che ad aprile ha concluso il campionato di Promozione raggiungendo la salvezza. Ultimo test prima del doppio impegno in SuperCoppa della prossima settimana. Per l’occasione, il tecnico Venturato recupererà Paolucci, che ieri è tornato ad allenarsi in gruppo. Il triangolare che assegnerà la SuperCoppa comincerà domani sera a Ferrara, con Spal-Benevento, con il Citta spettatore attento, pronto a esordire mercoledì contro la squadra che perderà la sfida (mentre, in caso di pareggio, è già stabilito che i granata ospiteranno la Spal). Numeri alla mano si può dire che in questo primo match si contrapporranno la solidità campana alla forza offensiva dei padroni di casa. Il Benevento ha chiuso in testa il suo girone vantando la miglior difesa fra i tre gironi (21 gol incassati, a fronte dei 51 segnati). Non conta su un bomber capace di eccellere (il suo capocannoniere è stato Mazzeo, a quota 10), al contrario della Spal che, proprio sulla spregiudicatezza ha costruito le sue fortune (59 gol fatti, 25 subiti). La squadra di mister Semplici, che nelle proprie file conta gli ex granata Gasparetto e Schiavon, oltre a Beghetto, ex Este, è l’unica in Lega Pro ad avere ben tre calciatori in doppia cifra nella classifica marcatori: ammontano a 17 le reti di Cellini (5 rigori) e a 11 quelle di Finotto e del figlio d’arte Zigoni. Se, poi, il Cittadella ha impiegato poco tempo per ritrovare la Serie B persa l’anno scorso, lo stesso non si può dire per le due rivali. La Spal riabbraccerà la cadetteria dopo 23 anni. Il Benevento addirittura dopo 87. (Da Il Mattino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy