Cittadella, oggi la Berretti sfida l’Arezzo per il titolo nazionale

Cittadella, oggi la Berretti sfida l’Arezzo per il titolo nazionale

La lunga stagione del Cittadella può coprirsi di un nuovo capitolo di gloria. Oggi pomeriggio, alle 16, la Berretti granata scenderà in campo a Roma per giocarsi lo scudetto di categoria contro l’Arezzo. Sarebbe un risultato storico per la società padovana, che mai è arrivata così in alto, a livello nazionale, con una propria formazione giovanile. La finale è un traguardo assolutamente meritato per i ragazzi di Giacomin (nella foto), che soltanto due giorni fa hanno fatto fuori la Cremonese, dominatrice del girone B nella stagione regolare. Il Citta ha avuto una crescita stupefacente da metà campionato in poi, visto che delle 20 partite giocate nel 2016 ne ha persa soltanto una, quella ininfluente nel ritorno dei quarti contro il Bassano. Di fronte, al Salaria Sport Village, si troverà un’avversaria altrettanto in forma, quell’Arezzo in grado di vincere il proprio girone con 65 punti e di sbarazzarsi nelle ultime partite di Casertana e Catania. «È una squadra fisica e si vede che ha qualcosa in più delle altre», il commento del tecnico Giulio Giacomin. «Ci manca l’ultimo sforzo per raggiungere un traguardo eccezionale. Come recita il famoso detto: le finali non si giocano, si vincono. Dovremo dare tutto e l’importante sarà non avere rimpianti». Se per il Citta è la prima volta a livelli impensabili, non si può dire lo stesso per alcuni suoi giocatori. I vari Fasolo, Varnier e Maniero non più tardi di tre anni fa erano arrivati ad un passo dallo scudetto Giovanissimi con il Padova, fermati solo in semifinale ai tempi supplementari dalla Roma. Bravi sono stati i responsabili del vivaio granata, oltre che a cullare i propri talenti (vedi Bizzotto, che non fa parte della spedizione visto che ormai è in pianta stabile con la prima squadra), ad accaparrarsi i migliori prospetti rimasti liberi dal crac di Cestaro e Penocchio. Proprio Varnier, oltre a Zonta (entrambi squalificati), sarà il grande assente di questa finale, mentre rispetto alla gara contro la Cremonese, Giacomin recupera Maniero a centrocampo. «Chi prenderà il posto degli assenti si dimostrerà sicuramente all’altezza. Abbiamo le carte in regola per farcela». La gara sarà visibile in diretta streaming su Sportube: in caso di parità, supplementari e calci di rigore. (Da Il Mattino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy