Cittadella, oggi test con il Levico. Iori: “Spirito giusto, base solida è un vantaggio”

Cittadella, oggi test con il Levico. Iori: “Spirito giusto, base solida è un vantaggio”

Oggi alle 17 a Lavarone il Cittadella sarà impegnato nella terza amichevole precampionato, il Levico. Per Roberto Venturato un altro test utile per saggiare i progressi del lavoro che si sta portando avanti in ritiro, che capitan Manuel Iori già valuta positivamente: «Stiamo costruendo piano piano, giorno dopo giorno, la squadra per la serie B. Partiamo da una base già importante, sono stati aggiunti nuovi giocatori di valore che cerchiamo di far ambientare prima possibile. Sto vedendo lo spirito giusto da parte di tutti, voglia di lavorare con la mentalità vincente che chiede l’allenatore». Bene gli innesti sin qui arrivati: «Sono bravi ragazzi, tutti disponibili a seguire anche noi più vecchi. Hanno voglia di dimostrare di meritarsi la fiducia della società che li ha voluti e portati a Cittadella, in serie B». Iori li conosce praticamente tutti: «O di persona o perché li ho affrontati da avversario». Rispetto a un anno fa ci sono obiettivi completamente diversi. Dal puntare alla promozione si passa al raggiungimento della salvezza da conquistare prima possibile: «Dobbiamo tirare una riga su quanto fatto nella passata stagione. È stato bello, siamo stati bravi, ma questo è un altro campionato. Nel calcio non si può vivere di ricordi, anche se resteranno nella storia di questi colori». Si riparte dall’entusiasmo della vittoria in Lega Pro, negli ultimi anno le neo promosse hanno sempre fatto bene in serie B: «La spinta emotiva che ancora ci portiamo dentro è importante e dovremo essere bravi a sfruttarla sino in fondo. L’entusiasmo ci deve dare una grande carica per partire bene, con il piede giusto. È importante cominciare bene, soprattutto per una neo promossa». Lega Pro e serie B, due mondi diversi… «Sarà molto più impegnativa e lunga questa stagione, però il Cittadella conosce bene la categoria, è la sua dimensione, sa cosa deve fare per affrontare il campionato nel migliore dei modi». Quando vedremo la squadra che ha in mente Venturato? «Adesso bisogna ricreare il gruppo e l’affiatamento che c’era nello spogliatoio l’anno scorso. Avere una base solida è un bel vantaggio – spiega Iori -. Il lavoro dell’ultima stagione servirà ai nuovi, in campo trasmetteremo loro tutti gli insegnamenti imparati dal tecnico». (da Il Gazzettino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy