Cittadella, Pascali: “Stare ad aspettare non è piacevole”

Cittadella, Pascali: “Stare ad aspettare non è piacevole”

Il Cittadella si separerà da Pascali? Ancora non sono state prese decisioni in merito, ma la sensazione è che il dg Marchetti deciderà di non rinnovare il contratto.
Si sta come d’autunno sugli alberi le foglie. Stato d’animo ungarettiano per il difensore milanese, che freme per avere una risposta. Intervistato da Il Mattino, ha dichiarato: “Eravamo rimasti d’accordo per sentirci nel corso della settimana perché dovevano fare delle valutazioni. A questo punto, anche considerando che altri compagni nella mia situazione, come Alfonso, hanno rinnovato subito il contratto, devo pensare che le nostre strade siano destinate a dividersi. Tutti sanno quanto io ami il Citta, che rimane al primo posto come destinazione se la scelta toccasse solo a me, ma sto considerando anche altre offerte che mi sono arrivate. Alcuni club hanno fatto sondaggi e ci sono un paio di proposte concrete dalla Serie B”. Stando al contratto, il Citta potrebbe teoricamente procrastinare la decisione fino al 30 giugno: “Sì, ma sinceramente non voglio aspettare sino ad allora per una risposta – spiega Pascali – La ragione è semplice: è in questo periodo che si fanno le valutazioni di “mercato”. A chi mi ha cercato ho spiegato qual è la situazione, possono aspettare ancora qualche giorno, ma ovviamente nel frattempo hanno tutto il diritto di cercare qualcun altro e io non voglio trovarmi a fine mese senza squadra, solo perché ho atteso una telefonata che nongiunge. Non mi sono dato una scadenza precisa, ma entro breve prenderò una decisione”. Smentiti contatti recenti con il Venezia, Pascali avrebbe offerte da squadre settentrionali della Lega Pro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy