Cittadella, positivo anche il secondo test amichevole: battuto il Pordenone

Cittadella, positivo anche il secondo test amichevole: battuto il Pordenone

Il risultato dice 2-0 a favore del Cittadella. Prevedibile, vista la categoria di differenza (B-Lega Pro). E allora dall’amichevole bisogna estrapolare due concetti. Il primo, da freccia in su: Pordenone positivo, che tiene molto bene il campo contro una rivale più quotata. Il secondo è tutto per i padroni di casa ed è da freccia in giù. I pordenonesi sono preoccupati per le condizioni di Berrettoni. I friulani rischiano di perdere il fantasista per la prima di campionato col Gubbio (27 o 28 agosto al Bottecchia). Il giocatore ha subìto una botta nei primi minuti del match ed è uscito si teme una distorsione alla caviglia e anche al ginocchio. Nelle prossime 48 ore si saprà di più. La partita. I padroni di casa si affidano all’inizio al rombo per poi passare subito al 4-3-3, con Azzi sistemato sulla sinistra e Cattaneo sulla destra. Il Cittadella, con Strizzolo dall’altra parte in veste di illustre ex, alla prima da avversario dal Bottecchia, ha giocato col 4-1-3-2 ed è passato in vantaggio al 20’: inserimento di Schenetti per vie centrali, tiro sporcato che si è trasformato in un assist per Strizzolo. Il centravanti ha lavorato un pallone sporco e ha servito una bella palla per Valzania, che ha battuto Tomei con un diagonale (palo-gol). Subìto il gol – ma anche prima – il Pordenone si è dimostrato compatto, organizzato: ha concesso ben poco ai rivali, andando a pressare alto come piace a Tedino e dimostrando collaborazione tra i reparti. Allo stesso tempo ha creato poco (“indice di pericolosità basso” – ha ammesso poi il tecnico a fine gara) ma, se si conta la categoria di differenza, è un aspetto che ci può stare. Una bella occasione, nella gara: Azzi ha guadagnato un bel pallone e, una volta in area, ha tirato trovando la parata di Alfonso. Se avesse passato lo sfera ad Arma o a Cattaneo sarebbe stato l’1-1. Non è andata così, ma il brasiliano è stato comunque uno dei più positivi. Nella ripresa è arrivato il 2-0 in seguito a un rigore piuttosto generoso (trasformazione di Paolucci). Per il Cittadella una buona prova in scioltezza, arrivata a distanza di appena ventiquattro ore dalla sfida con la Piovese giocata ieri e vinta per 3-0. La velocità non è ancora quella da campionato, ma per quella è ancora presto. (Da Il Mattino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy