Fisico e senso del gol: Strizzolo va in rete ogni 36 minuti

Fisico e senso del gol: Strizzolo va in rete ogni 36 minuti

Commenta per primo!

La forza del Cittadella, in questo primo spettacolare scorcio di campionato, sta anche nella capacità delle seconde linee di entrare alla grande in partita. Prendete Luca Strizzolo, arrivato quest’estate in granata dopo essere stato protagonista con la maglia del Pordenone in Lega Pro: partito alle spalle di Litteri-Arrighini, coppia che fin qui ha dimostrato un’intesa già collaudatissima (con una straordinaria capacità di attaccare gli spazi e far impazzire le difese avversarie), è diventato ora un dolce problema per Venturato. 3 gol in tre spezzoni di gara, per l’esattezza un gol ogni 36 minuti. Dopo aver timbrato il quinto gol a Vercelli, l’attaccante si è ripetuto sabato con una doppietta da urlo al Novara. Ora è il secondo marcatore granata, alle spalle di Litteri (che ne ha segnati 4). Fisico, progressione, senso del gol: come si fa adesso a rinunciare dall’inizio a uno come lui? Intanto si gode il momento con una dedica speciale al fratello, cui è legatissimo: “Si chiama Daniele e contro il Novara è stata la sua prima volta quest’anno in tribuna. E’ un ex calciatore, ha smesso” ha detto l’attaccante, che dribbla i complimenti: “Dai, sono stato anche fortunato, specie nel secondo gol dove ho provato la conclusione in porta e mi è andata bene”. Ecco, forse in questo momento l’unico problema per Venturato riguarda l’abbondanza delle scelte, specie in attacco. Avercene di problemi così.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy