Il Cittadella blinda la porta, Salvi: “Stiamo lavorando duramente sulla fase difensiva”

Il Cittadella blinda la porta, Salvi: “Stiamo lavorando duramente sulla fase difensiva”

Il Citta blinda la porta, da tre turni non si passa dalle parti di Alfonso. Ne ha parlato il terzino Alessandro Salvi al Mattino, tra i migliori in campo a Salerno ma squalificato in vista del match casalingo contro il Benevento: “L’attenzione che mettiamo ogni giorno negli allenamenti si trasferisce alle partite. Diciamo che da qualche mese stiamo lavorando con particolare scrupolo alla parte tattica legata alla fase difensiva, proprio perché i numeri attestano che in attacco siamo fra i primi, mentre dietro non siamo fra i migliori e occorre insistere”. Il pareggio allo stadio Arechi pesa più di altri, perché ottenuto in casa di una diretta concorrente verso quello che, ormai, è il vostro vero obiettivo stagionale: la qualificazione ai playoff. “Una vittoria ci avrebbe permesso di allontanare ulteriormente la Salernitana e ci avrebbe regalato ulteriore slancio, ma non dimentichiamo che abbiamo affrontato una squadra in salute, che aveva vinto gli ultimi 4 incontri di fila. Approdare ai playoff non deve essere avvertito come un obbligo, ma non arrivarci, dopo una stagione come questa, ci lascerebbe un grosso rammarico, perché abbiamo dimostrato di avere il potenziale per stare fra le prime, in un campionato in cui nessuno ci ha sul serio maimesso sotto”.
Salvi salterà Benevento: “La sconfitta dell’andata – spiega il terzino – non l’abbiamo dimenticata, siamo stati condannati da un episodio sfortunato, quando lo 0-0 sarebbe stato più giusto. I compagni cercheranno di ribaltare quel risultato e dovranno stare attenti al tridente offensivo giallorosso: Ceravolo e Ciciretti, certo, ma anche Cissé, che conosco dai tempi dell’Albinoleffe. Un attaccante che non sempre è stato in grado di esprimere il suo valore, ma che ha grandi qualità”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy