Jallow, gol con dedica per il compagno Bobb: “Ora sta meglio, non vedo l’ora possa tornare a giocare”

Jallow, gol con dedica per il compagno Bobb: “Ora sta meglio, non vedo l’ora possa tornare a giocare”

Commenta per primo!

Un rete importante, come quella del pareggio contro la Pro Piacenza pochi minuti dopo essere passati in svantaggio, deve avere una dedica importante e il bomber di giornata Lamine Jallow non ha dovuto pensarci molto: “È per Yusupha (Bobb, ndr), dopo ogni allenamento e partita lo sento sempre”- ha detto al Gazzettino – “domenica e lunedì sono rimasto con lui a Verona per fargli forza. Ora sta meglio, fa terapie e fra qualche giorno si toglierà il tutore. Non vedo l’ora possa iniziare il programma di riabilitazione e torni a giocare”. La “freccia nera” del Gambia è tornato titolare ed è tornato al gol anche se in maniera un po’ insolita per lui: “È raro che io segni di testa, ma a Piacenza tutti noi volevamo vincere e aver segnato subito dopo il gol del vantaggio loro è stato molto importante per portare a casa la vittoria”. Il giocatore 21enne, di proprietà del Chievo, si trova molto bene a Cittadella come lui stesso dichiara: “Tutti qui mi aiutano e mi vogliono bene, in particolare la signora Zita del Bar Stadio, vicino a dove alloggio io. Mi trovo bene con tutti: dirigenti, compagni e collaboratori, a Piacenza sono andato a abbracciare Marchetti perché lui per me rappresenta l’intero ambiente granata”. La squadra è in testa alla classifica e Jallow auspica un roseo futuro per se stesso e per i granata: “L’obiettivo numero uno è quello di vincere il campionato con il Cittadella. Poi l’anno prossimo mi piacerebbe giocare ancora qui, ovviamente in serie B”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy