L’analisi di Baldin: ecco che derby mi aspetto

L’analisi di Baldin: ecco che derby mi aspetto

“Tattica” Baldin legge le carte al match di domenica

Commenta per primo!
Ha un sapore diverso questo derby di ritorno principalmente per due motivi. Il Cittadella lo affronterà con la consapevolezza di essere diventata una squadra importante nel cammino avuto fino ad ora: si presenta forte di un vantaggio in classifica sulla seconde di 7 punti e pian piano deve solo cercare di avvicinare giornata dopo giornata quel sogno che oggi ancora non vogliono pronunciare. Il Padova che affronterà questa partita lo farà con una consapevolezza diversa: è una squadra che non perde da molte partite e che sta sprigionando prestazioni importanti anche con avversari di rango. Non mi  aspetto novità nei moduli o nelle formazioni perchè il percorso fatto fin qua dai due allenatori non ne lascia trasparire.
Mister Venturato fino ad ora ha quasi sempre schierato il suo Cittadella in 4-3-1-2 e le sue uniche incertezze potrebbero essere il rientro o meno di Pascali, l’utilizzo in mezzo di Zaccagno in alternativa a Lora o Schenetti, e per ultimo valutare l’attaccante di coppia con Litteri.
Il Padova rispetto all’andata sarà più diverso e una sicura novità ce l’ha nella panchina e nel modulo: Mister Pillon e il suo modulo 4-4-2 (all’andata era 4-2-3-1). Anche per Pillon poche incertezze fino ad ora: squadra tipo e poche variazioni. All’andata non c’era Neto Pereira e ad oggi sono stati inseriti in pianta stabile i due nuovi acquisti Sbraga e De Risio.
Sarà una partita giocata sull’attenzione, sul ritmo, sugli 1>1, sull’annullamento delle fonti di gioco dell’avversario o degli uomini chiave. Forse si prospetterà una partita a scacchi sul campo con i due allenatori che proveranno sul momento a destabilizzare l’avversario.
La situazione di classifica delle due squadre oggi e a questo punto del campionato è tale che in caso negativo non sarà nulla di così grave. Certo con un pareggio si può continuare a rafforzare il proprio credo e tutti avranno l’anima in pace. Forse se una delle due vincerà, troverà riscontri importanti che al tempo stesso dovranno essere confermati la volta dopo. Ma, in ogni caso, per le sentenze sarà ancora troppo presto, una cosa sola sarà sicura come sempre…il campo darà un suo verdetto!
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy