Le probabili formazioni del derby padovano. Centurioni al debutto rispolvera Clemenza dal primo minuto

Le probabili formazioni del derby padovano. Centurioni al debutto rispolvera Clemenza dal primo minuto

di Gianmarco Zandonà

Manca sempre meno al termine del campionato, di quella che finora è un’annata maledetta per i tifosi biancoscudati. Ci sono ancora otto giornate per evitare il baratro e per farlo la missione è stata affidata a Matteo Centurioni, promosso dalla Primavera. Si fa leva sul suo entusiasmo e sulla sua determinazione per uscire dagli stagni della retrocessione. Il Padova, sabato alle 15, va al cospetto di un Cittadella in gran forma e che ormai è talmente una bella realtà del calcio italiano da non essere più una semplice sorpresa. Dopo qualche mese di difficoltà i granata sono ripartiti di slancio con i successi su Lecce e Pescara e in casa della capolista Brescia, prima  di essere fermati dal Foggia : i playoff sono alla portata, il sogno serie A è sempre lì. Ci sono dei fattori molto importanti che caratterizzano questa sfida alle porte: da un lato la spensieratezza e il bel gioco della squadra di Venturato, dall’altro la vitale necessità di fare punti per tentare una svolta in questo finale di stagione. Due mondi differenti, due stati d’animo opposti, due ambizioni diverse, chi cerca di volare più in alto e chi tenta di non precipitare: sarà un derby padovano molto significativo.

 

 

QUI CITTADELLA- Classico schieramento per la squadra granata, all’insegna della continuità, forte delle certezze acquisite ormai da tempo. Il Citta esibisce attualmente un rendimento casalingo di tutto rispetto, con due straripanti vittorie per 4 a 1 e sembra aver ritrovato la brillantezza di inizio stagione. Nel consueto centrocampo a rombo, il perno è il capitano ( ed ex) Iori, mentre qualche metro più avanti agirà Schenetti: la difesa biancoscudata dovrà fare particolare attenzione alla sua tecnica e capacità di inserimento. In avanti nessun dubbio sulla coppia d’attacco arrivata dalla Spal, Finotto-Moncini: per quest’ultimo, accostato in periodo di mercato proprio al Padova, le ultime due sfide al Tombolato hanno portato 5 gol nel suo bottino personale.

 

Probabile formazione (4-3-1-2): Paleari; Cancellotti, Drudi, Adorni, Benedetti; Settembrini, Iori, Branca; Schenetti; Finotto, Moncini. A disposizione: Maniero, Frare, Camigliano, Parodi, Ghiringhelli, Bussaglia, Proia, Rizzo, Siega, Diaw, Panico, Scappini, Pasa.

 

 

QUI PADOVA- Sfida da dentro o fuori per i biancoscudati, alla ricerca dell’ennesimo tentativo di ripartire e svoltare. Centurioni ha affermato che la squadra è pronta ma giustamente mantiene riservatezza sulla disposizione tattica e sugli interpreti. Come dichiarato nella presentazione, il nuovo mister dovrebbe virare con decisione sulla difesa a 4, con Andelkovic (in ballottaggio con Cappelletti) pronto a giocare in corsia laterale e Ravanelli centrale. Per contrastare la qualitativa ed equilibrata mediana avversaria il modulo dovrebbe essere speculare, con Lollo in regia e Clemenza sulla trequarti: il fantasista scuola Juve potrebbe essere la carta a sorpresa di Centurioni, rispolverato per questo finale di stagione. Ai lati, Calvano e uno tra Broh, Serena e Mazzocco. In attacco, con Mbakogu indisponibile, scalpita Capello che se la gioca con Baraye. Out Madonna, Zambataro, Capelli, Belingheri e Cocco.

 

Probabile formazione (4-3-1-2): Minelli; Andelkovic, Ravanelli, Cherubin, Longhi; Broh, Lollo, Calvano; Clemenza; Bonazzoli, Capello. A disposizione: Merelli, Favaro, Trevisan, Ceccaroni, Cappelletti, Morganella,  Pulzetti, Mazzocco, Serena, Moro, Marcandella, Baraye.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy