Mercato Cittadella, Busellato: “Aspetto news da Marchetti”

Mercato Cittadella, Busellato: “Aspetto news da Marchetti”

E Massimiliano Busellato cosa farà? Bella domanda. Già, perché nemmeno il diretto interessato, a 16 giorni dalla scadenza del contratto che lo ha legato alla Ternana nella stagione appena conclusa, sa quale sarà il suo futuro. Rimarrà in Umbria o tornerà a vestire la maglia del Cittadella, che l’ha lanciato nel calcio che conta? «Non è che mi nasconda», puntualizza il 23enne centrocampista, da alcune settimane rientrato nella sua Bassano, «ma proprio non ho idea di cosa accadrà. L’aspetto positivo della faccenda è che entro il 30 giugno sarà presa una decisione. Però non ho notizie, né da una società né dall’altra». La situazione è semplice e allo stesso tempo complicata. L’estate scorsa Busellato è stato ceduto in prestito alla Ternana, con cui ha disputato un ottimo campionato in Serie B, il primo lontano da casa, giocando 33 partite e segnando un gol, pesante, contro il Pescara. Ebbene, il club rossoverde potrebbe riscattarlo per una cifra vicina ai 350 mila euro, ma ancora non ha esercitato l’opzione, né ci sono, al momento, segnali sulla sua volontà. Poco male, verrebbe da dire in ottica Cittadella. Già, perché in casa granata c’è soltanto da guadagnarci. Dovesse perdere il giocatore, il d.g. Stefano Marchetti si ritroverà in mano un bel gruzzoletto da investire nel mercato, che, sommato ai 300 mila euro che rientreranno dalla cessione di Pellizzer all’Entella, costituisce una sorta di tesoretto. Se invece Busellato tornerà a Cittadella, comunque costituirà un rinforzo importante per la mediana di mister Venturato, ancora più prezioso se si considerano due fattori: 1) Busellato, che ha militato per più di 4 stagioni consecutive in granata, al pari di Paolucci sarebbe un calciatore “bandiera”, che permette di sforare il tetto dei 18 giocatori over 21 da avere in rosa; 2) sarebbe l’uomo ideale per prendere il posto di Zaccagni, che molto probabilmente rientrerà al Verona. Per lui, infatti, Marchetti è intenzionato ad esercitare il diritto di riscatto, ma l’ultima parola spetta agli scaligeri, che sembrano intenzionati a far valere il controriscatto, previsto nell’intesa che l’aveva portato a Cittadella a gennaio, e a tenerlo con sé. «Sinceramente non ho preferenze. Anzi, una sì: spero che le due società si mettano d’accordo fra loro al più presto», chiosa Busellato. «Prima, però, occorre capire chi sarà il d.s. della Ternana: leggo che sarà Larini, ma finché non sarà ufficializzato non credo ci potrà essere un dialogo. A Cittadella l’ultima volta sono stato in occasione della finale di SuperCoppa con la Spal (vedi foto PadovaSport.tv): ho salutato Marchetti e ci siamo promessi di risentirci presto. E ora aspetto news». (Da Il Mattino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy