Rivalità tra Padova e Cittadella? A Este c’è. Ecco il racconto del tifoso granata sulla bandiera rubata

Rivalità tra Padova e Cittadella? A Este c’è. Ecco il racconto del tifoso granata sulla bandiera rubata

Un episodio piuttosto insolito nella cittadina della bassa padovana, dove coesistono tifosi di entrambe le “sponde”

Chi lo avrebbe detto? Il Cittadella ha fatto proselitismo anche a Este, agli antipodi della Provincia padovana. Da qualche anno è nato infatti un gruppo denominato Este Granata, guidato da Jacopo Garavello, 28 anni. E’ lui che ci contatta per raccontarci dell’episodio avvenuto questa notte, spiegando anche come è nata la sua passione per la squadra dell’Alta: “Sono nato a Este e vivo nell’immediata periferia, a Deserto. Mi sono innamorato del Cittadella quando mio papà ha iniziato a portarmi nei primi anni 2000 a vedere i granata giocare la serie B all’Euganeo. Da allora seguo sempre la squadra, in casa e in trasferta. Io e il mio amico Umberto Zandolin abbiamo creato un gruppo di fedelissimi, riconoscibili per la bandiera personalizzata (vedi foto). Una bandiera – spiega Jacopo – che abbiamo portato a Napoli, Castellammare, Genova, Firenze. Ha per me un grandissimo valore affettivo”. Poi l’accusa: “Era attaccata come sempre alla ringhiera di casa con dei cordini, questa notte è sparita. Non posso avere la certezza, ma non credo di sbagliarmi se dico che sono stati i tifosi padovani che risiedono qui a Deserto e a Este”. Una rivalità che, nel paese, sta crescendo con il tempo, esasperata probabilmente in questi giorni dalla promozione conquistata dal Cittadella. So che qui diamo fastidio – continua Garavello che, ironia della sorte, ha trovato lavoro a Cittadella, in un’azienda che fa capo alla famiglia Gabrielli – fino adesso però ci si era limitati a prese in giro e sfottò, come dovrebbe essere. Il furto della bandiera è davvero troppo per me”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy