SALA STAMPA Cittadella-Parma, Venturato: “Perdere una partita così lascia l’amaro in bocca”

SALA STAMPA Cittadella-Parma, Venturato: “Perdere una partita così lascia l’amaro in bocca”

Commenta per primo!

Ecco le dichiarazioni dei protagonisti dopo la sconfitta del Cittadella in casa col Parma.

Venturato: “Oggi penso che abbiamo giocato alla pari del Parma e il pareggio era il risultato più giusto. Abbiamo avuto occasioni importanti, concedendo poco a loro che hanno impostato il gioco sulle ripartenze. Perdere una partita così lascia l’amaro in bocca. Bisogna fare una riflessione importante e bisogna arbitrare in modo giusto anche col Cittadella. Abbiamo perso una partita che non meritavamo di perdere, ma ormai la partita è finita, ora dobbiamo rimanere concentrati e guardare avanti. Dobbiamo essere più bravi, e sapersi portare la fortuna dalla propria parte. Le prestazioni ci sono, bisogna migliorare nei dettagli. Caccin è entrato a freddo, e non è mai facile. Dire che abbiamo preso gol per colpa sua non è giusto. Le situazioni in questa partita non ci hanno favorito, ma questo è un nostro limite su cui dobbiamo migliorare. Avere tre sconfitte in casa a questo punto del campionato è un aspetto su cui dobbiamo riflettere, la squadra sta lavorando bene ma ci manca sempre qualcosa. Dobbiamo lavorare per trovare quel qualcosa che ci permetta di vincere e fare punti importanti“.

D’Aversa (all. Parma): “Il pari sarebbe stato un po’ stretto per noi, per quanto creato nei novanta minuti abbiamo meritato la vittoria. I ragazzi sono stati bravi a non farsi scoraggiare dal rigore e a portarla a casa. Abbiamo avuto una reazione importante. Abbiamo imparato magari da altre volte in cui non eravamo riusciti a reagire e questo è segno di maturità. Con questa maturità possiamo fare molto bene in un campionato molto equilibrato. Il gruppo sta crescendo molto bene, devo fare i complimenti a tutti. Dal campo l’espulsione sembrava netta, Calaio’ era davanti e poteva andare in porta. La sensazione dal campo, almeno, era questa”.

Iori: “Nel primo tempo abbiamo giocato bene e loro hanno provato solo azioni di contropiede. Su una ripartenza infatti abbiamo preso gol ed è cambiata la partita. Ad inizio ripresa poi siamo stati un po’ in difficoltà e abbiamo concesso troppo, ma poi ci siamo ripresi bene e abbiamo creato molte occasioni. La sconfitta non ci sta, meritavamo almeno il pareggio. Sull’espulsione sia l’arbitro che il quarto uomo mi hanno detto che secondo loro era fallo da ultimo uomo. Portiamo a casa una sconfitta da questa partita, ora possiamo solo rimboccarci le maniche e continuare a lavorare“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy