Sgrigna ai saluti: lascia Cittadella e scrive una lettera di ringraziamenti

Sgrigna ai saluti: lascia Cittadella e scrive una lettera di ringraziamenti

Era nell’aria, ora c’è anche l’ufficialità. Alessandro Sgrigna lascia Cittadella, dopo le ultime due stagioni in granata (retrocessione in Lega Pro e promozione in B). “Ho voluto scrivere queste parole per ringraziare tutto il mondo Cittadella – sono le parole del fantasista, rilasciate al sito ufficiale – Sono stati 4 anni e mezzo stupendi per me, anni che mi hanno fatto crescere come calciatore ma soprattutto come uomo. In questa grande famiglia infatti ho conosciuto persone che danno insegnamenti di vita ogni giorno, attraverso i loro modi cordiali, educati e alle parole sempre di conforto,anche quando le cose non vanno proprio nel modo giusto, come la stagione della retrocessione. Voglio dare un grande abbraccio a tutte le persone che lavorano in sede: il grande Cappelletti in primis, Federico, Davide, Alberto, Lucio, Gianfranco, Maurizio, Daniele… spero di non essermi scordato nessuno! Poi ci sono le persone di campo, che fanno in modo che non ci manchi mai nulla e che possiamo allenarci sempre al massimo. Sono persone eccezionali che amano questa società e sono: Angelone, Mariano, Severino, Clara e il nostro grande baffo Toni. Ringrazio anche lo staff sanitario, con i dottori Bordin e Candido, i massaggiatori Giovanni Pivato (una persona che amo, senza nulla togliere agli altri) e Nicola. Lo staff tecnico con il mister Venturato, Gorini, Musso, Pierobon, Redigolo. I sempre presenti Giancarlo Pavin e Nicola Maffei. Un ringraziamento speciale però spetta alla famiglia Gabrielli che mi aveva accolto come un figlio nel 2003 e l’ha rifatto l’anno scorso con ancora più affetto; sicuramente è anche grazie a loro se la mia carriera è stata così importante e ricca di gioie. Poi ci sono i tifosi, che ringrazio per aver sempre sostenuto la squadra, e me nello specifico, anche nei momenti di difficoltà. Grazie di cuore. Ho voluto lasciare per ultima una persona alla quale tengo molto e che mi ha dato tantissimo in questi anni, sotto tutti i punti di vista, vale a dire il Direttore Generale Stefano Marchetti. A lui un grande abbraccio e un grazie immenso! Dicono che non ci sia due senza tre, quindi spero sia solo un arrivederci e non un addio. Grazie di cuore a tutti! Forza Citta sempre!”

Segui in tempo reale il mercato del Cittadella, clicca qui

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy