Verso Cittadella-Bassano, Sottili: “Vogliamo fare risultato al Tombolato. Una sconfitta non ci toglie le nostre certezze”

Verso Cittadella-Bassano, Sottili: “Vogliamo fare risultato al Tombolato. Una sconfitta non ci toglie le nostre certezze”

Commenta per primo!

Probabilmente non sarà una gara decisiva per la classifica visto che il divario di tredici lunghezze pare ormai incolmabile, ma Cittadella-Bassano è pur sempre la sfida tra le prime due della classe e l’allenatore dei giallorossi Sottili ci tiene a ben figurare come dichiarato a Tuttomercatoweb.com: “Col Cittadella dobbiamo tornare subito a fare risultato, perché chi ci insegue in classifica sta correndo; dobbiamo sfruttare al massimo gli scontri diretti che potrebbero avvantaggiarci nella nostra corsa. Andremo al Tombolato consapevoli delle armi a nostra disposizione, contro una formazione che sta strameritando il primato”. Curioso che le due formazioni, pur protagoniste di una stagione sopra le righe, arrivino allo scontro diretto dopo due sconfitte pesanti, entrambe per 4-1, che per il Bassano si è materializzata addirittura tra le mura di casa: “Una sconfitta non ci deve togliere le certezze dimostrate nelle sette gare precedenti, ma anzi ci deve rendere consapevoli che siamo chiamati sempre a fare prestazioni di alto livello. Reputo il risultato finale della gara con il Pavia un po’ troppo ampio per quello che è stato l’andamento complessivo della gara,anche se bisogna riconoscere che sono stati più bravi di noi. Nel momento in cui non abbiamo avuto un approccio ottimale alla gara loro hanno ritrovato quelle certezze e quell’unità d’intenti che erano venute meno con le vicissitudini dell’ultimo periodo. Il Pavia è una squadra di grande qualità che ad inizio stagione godeva dei favori del pronostico, assieme ad Alessandria e Cittadella, per la promozione diretta in Serie B. Ci sarà da sudare tanto per centrare un piazzamento ai playoff perché da Padova e Reggiana sono tutte in lotta per gli spareggi promozione, non ci sono certezze”. Sottili conclude con un plauso al gruppo, che dopo la partenza a gennaio di capitan Iocolano ha saputo reagire in maniera importante: “Dopo la cessione del nostro capitano, grande giocatore e uomo, per una cifra davvero importante, credo che come non mai ci siano da fare i complimenti a tutto il gruppo. In quel momento lì tutti si sono responsabilizzati di più, facendosi carico di quello che doveva essere il nostro percorso insieme. Non è una presa di posizione standard la mia, ma la verità di quanto accaduto in un frangente così importante”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy