Pellizzer: “Salvezza sofferta ma meritata. Contro l’Ascoli sorpresi dalle scelte del mister, ho visto Cordaz arrabbiato”

Pellizzer: “Salvezza sofferta ma meritata. Contro l’Ascoli sorpresi dalle scelte del mister, ho visto Cordaz arrabbiato”

Michele Pellizzer, difensore del Cittadella, ha parlato questa sera della salvezza raggiunta con il Cittadella: “E’ stata una grande festa, perchè questa salvezza è stata una liberazione – ha detto il giocatore, ospite di PadovaSport – Sabato mattina, qualche ora prima della partita, siamo rimasti tutti un po’ sorpresi quando il mister ci ha comunicato la formazione con alcune esclusioni eccellenti, tra cui quella di Cordaz. Alex si è molto arrabbiato, non se l’aspettava, noi tutti eravamo dispiaciuti perchè lui è il capitano ed escluderlo nella partita più importante della stagione è stato piuttosto strano. Ma sono scelte dell’allenatore, e alla fine abbiamo vinto. Siamo andati tutti ad abbracciare Cordaz perchè ci teneva molto a questo risultato”. Sul campionato: “A livello personale mi dò un voto positivo, un sette, normale che la stagione non brillantissima della squadra abbia un po’ influenzato”. Sul futuro: “Sono del Cittadella, vedremo se sarà confermato il direttore poi parlerò con lui per capire quale sarà il mio futuro. Logico che sogno la serie A, il massimo sarebbe arrivare, un giorno, nella mia squadra del cuore, la Juve. Foscarini? Rispetto all’anno scorso mi è sembrato più distaccato durante l’ultima partita del campionato, chissà, non saprei comunque dire se secondo me resta o andrà via”. Sul campionato: “Zaza, Paulinho e Cacia sono stati gli attaccanti più forti in assoluto, il Verona ha ampiamente meritato la promozione. Quest’anno era la squadra più forte”. Mercoledì è in programma la solita sfida ciclistica sul Monte Grappa, giovedì invece ultimo allenamento e cena con la società per il rompete le righe.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy