Piovaccari, lo sponsor della salvezza

Piovaccari, lo sponsor della salvezza

Il Cittadella finora ha realizzato 41 reti, Federico Piovaccari ne ha fatte quasi la metà da solo, 19 gol in 34 partite. Forse è inopportuno dire che “Piovaccari è il Cittadella”, ma poco ci manca, quando in rosa hai un bomber della sua caratura, che segna un gol ogni due partite. Numeri impressionanti, da attaccante di razza.

Quella di venerdì è stata sicuramente una giornata da ricordare, da inserire nell’album di famiglia di Piovaccari: l’attaccante ha realizzato una doppietta a Piacenza, regalato i tre punti al Cittadella (ora fuori dalla zona calda), e vestito i panni del protagonista assoluto in tv su “Sportitalia” nel corso della trasmissione “Speciale serie B”. Una giornata da rivivere per intero, partendo dalle considerazioni post partita di Piacenza: «Abbiamo fatto un bel passo in avanti in classifica, ma tutto è ancora in gioco. Basti pensare al successo del Portogruaro sul campo della capolista Siena. Il Cittadella quindi deve pensare a fare bene nel prossimo incontro, anche perché di questi tempi facciamo meglio fuori che non in casa». La doppietta di Piacenza ha fruttato un doppio sorpasso, quello del Cittadella nei confronti della squadra di Madonna, e quello di Piovaccari su Cacia nella classifica cannonieri. «A me interessa soprattutto avere sconfitto una diretta concorrente nella corsa verso la salvezza. Per quanto riguarda il mio bottino personale, devo ringraziare i compagni di squadra che mi mettono nelle condizioni di fare gol». Qualcuno a Piacenza più che riconoscere i meriti di Piovaccari per i due gol realizzati ha puntato l’indice sui difensori locali. «Quando un attaccante fa una bella giocata come in occasione della prima rete, penso si debba evidenziare quella piuttosto che screditare i giocatori avversari».

Non era facile scrollarsi di dosso il capitombolo interno con l’Albinoleffe, invece il Cittadella ancora una volta nei momenti difficili è riuscito a riemergere. «Ne ero convinto. Con la squadra di Mondonico abbiamo faticato a trovare gli spazi perché era molto coperta, chiusa nella propria metà campo. In trasferta invece la cosa è diversa, ci fanno giocare, e noi riusciamo a sfruttare le ripartenze. È importante avere vinto a Piacenza, anche perché si trattava di uno scontro diretto».

Infine la dedica per la doppietta: «Come sempre alla famiglia, ai miei bambini e a Elena, che sposerò quest’estate, ai miei compagni di squadra che mi aiutano a fare gol, ma un pensiero speciale lo rivolgo ai tifosi, che macinano chilometri ogni volta per starci vicini. Avevo promesso loro la vittoria di Piacenza, sono stato di parola».

La serata di venerdì Piovaccari l’ha conclusa negli studi televisivi di Sportitalia, ospite con l’attaccante Sforzini del Grosseto. In trasmissione gli è stato chiesto di spiegare l’esultanza nei gol, tale da valergli il soprannome di “pifferaio magico”: «È un’invenzione di mio figlio, ideata guardando un cartone animato dove il protagonista suona il piffero. L’abbiamo provata assieme, ci è piaciuta». In studio Piovaccari si è portato la famiglia al completo. «Beh, abito a una ventina di chilometri da Milano, hanno fatto presto a raggiungermi». Quindi le pagelle: a Sforzini che non ha segnato è stato dato un 6.5, a Piovaccari invece un bell’8 e mezzo: «Giusto – ha risposto l’attaccante – Due voti in più di Sforzini, uno per ogni gol fatto». L’attaccante ha dimostrato di saperci fare anche davanti alle telecamere, come hanno sottolineato i conduttori di Sportitalia. Piovaccari ha infine rivissuto gli ultimi anni della sua carriera: «L’Inter non ha riscattato il cartellino quando giocato a Treviso, che poi è fallito. Mi sono quindi ritrovato svincolato, e dal momento che non avevo vissuto un anno particolarmente felice, ho deciso di ricominciare da zero, a Ravenna, in una categoria inferiore. L’estate scorsa sono arrivato a Cittadella, che ha creduto in me».

GIUDICE SPORTIVO – Gorini, ammonito a Piacenza e in diffida, è stato squalificato per un turno, stessa sorte toccata a Colucci e Rullo del Modena, prossimo avversario del Cittadella.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy