Qui Cittadella, Foscarini: “A Lanciano per prenderci quel che manca”

Qui Cittadella, Foscarini: “A Lanciano per prenderci quel che manca”

Claudio Foscarini è provato, ma soddisfatto. Il 2-2 contro l’Empoli non vuol dire salvezza per il suo Cittadella, ma certamente un buon passo verso il settimo anno consecutivo in serie B. «Ci manca ancora un punto», commenta il tecnico granata. «Avremmo voluto chiudere i conti con una vittoria contro l’Empoli, ma purtroppo non ci siamo riusciti». L’allenatore riesino promuove la prova della sua squadra. «Abbiamo disputato un grande primo tempo, rimontando due eurogol. Nella ripresa non abbiamo più rischiato né noi, né l’Empoli. Entrambe avevamo speso tante energie. Ora andremo a Lanciano a prenderci quello che ci manca per ottenere questa benedetta salvezza. Sappiamo che il Lanciano è ancora in corsa per i playoff e quindi non ci attende una partita facile». Foscarini ha qualche dubbio sull’episodio che ha portato all’espulsione di Milan Djuric. «Vorrei rivederlo. Non mi è sembrato così intenzionale l’intervento del mio giocatore. L’arbitro ha purtroppo valutato l’episodio da espulsione e ora ci mancherà aLanciano un elemento importante per quanto sta facendo in questi mesi. Djuric fa salire la squadra e sono convinto che nel secondo tempo avremmo potuto con lui fare molto meglio». Il Cittadella ha messo a segno una grande rimonta. «Non era facile raddrizzare la gara contro un Empoli che sa palleggiare come poche squadre in serie B. I toscani sono una formazione che ti sa nascondere la palla e la mia squadra credo abbia avuto una reazione esemplare. Siamo stati bravi a rimetterla in piedi con un grande sforzo». Decisivo ancora una volta il portiere Di Gennaro. «Credo sia stato molto bravo e ci sta abituando ormai ai miracoli. Già a Reggio Calabria si era distinto. È un portiere con grandi qualità, dal futuro roseo. È giovane, ma allo stesso tempo ha la freddezza dei veterani». È segnato in volto, ma molto fiducioso anche il presidente granata Andrea Gabrielli. «Ci manca ancora un punticino. Dovremo sudarci la salvezza fino all’ultimo la salvezza. Tutto ciò era tuttavia prevedibile. Andiamo avanti e speriamo di gioire venerdì a Lanciano». Il presidente è soddisfatto della gara dei suoi ragazzi. «Ci hanno messo tanto cuore, rimontando dal 2-0 al 2-2. I giocatori hanno messo tutto quello che avevano in corpo. Dispiace ora non avere qualche giocatore a disposizione a Lanciano. Il carattere dimostrato ci fa ben sperare».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy