Retrocessione Cittadella, una parte del tifo contesta. Oggi faccia a faccia squadra-ultras

Retrocessione Cittadella, una parte del tifo contesta. Oggi faccia a faccia squadra-ultras

Come ha preso la piazza di Cittadella la retrocessione, dopo 7 anni di serie B? Ieri sera il primo gol del Perugia ha ammutolito il Tombolato (non esattamente gremito, nonostante fosse l’ultima chiamata per la salvezza), il secondo ha convinto molti spettatori a lasciare anzitempo lo stadio. Dalla tribuna ovest, al fischio finale, nonostante l’amaro verdetto in tanti hanno accompagnato con gli applausi l’uscita dal campo della squadra. Meno clemente invece la parte più passionale del tifo granata, ovvero la Vecchia Guardia, che abitualmente occupa uno spicchio della tribuna est. Prima il classico coro “Andate a lavorare” a gara ancora in corso, poi uno striscione piuttosto eloquente (vedi nostra foto) appeso nei pressi dello stadio. Gli ultras non hanno gradito in particolare l’atteggiamento della squadra, remissivo e inspiegabilmente sommesso, visto nelle ultime partite (exploit di Catania a parte, contro un avversario però piuttosto morbido). Ci sarà un confronto nella giornata di oggi al Tombolato tra la squadra e una rappresentanza di tifosi: si cercherà di capire il motivo di questa debacle che, aldilà di tutti i ragionamenti che si possono fare sulle potenzialità effettive di una piazza come Cittadella, brucia parecchio. Lunedì invece, il presidente Andrea Gabrielli, sarà ospite dell’ultima puntata di Lunedì Granata, su Telecittà.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy