Sala stampa Cittadella-Avellino, Pellizzer: “Siamo più maturi e consapevoli della nostra forza”. Apprensione per Sgrigna

Sala stampa Cittadella-Avellino, Pellizzer: “Siamo più maturi e consapevoli della nostra forza”. Apprensione per Sgrigna

Commenta per primo!

Segui in diretta i commenti del post-partita di Cittadella-Avellino.

Pellizzer: Anche l’anno scorso ho segnato la prima in casa. Più qualità quest’anno? Siamo più maturi forse. Oggi si è vista proprio la voglia di vincere. Il fallo del rigore? L’ho toccata con la mano, sono stato sfortunato, i rigori c’erano entrambi. Secondo me un altro anche su Barreca, gli è mancata un po’ di malizia. Il mio gol è venuto da uno schema provato e riprovato, con l’assist di Scaglia. Quattro punti in due partite? Per adesso pensiamo partita dopo partita.

Marchetti (dg Cittadella): Sto con i piedi per terra, le qualità ci sono, speriamo di avere la fortuna di avere sempre tutti a disposizione. Oggi ho visto un Cittadella determinato, contro un avversario forte. Siamo soddisfatti, dobbiamo dare continuità. Vedo più sicurezza nei nostri mezzi. Sgrigna? Ha fatto un’ecografia, potrebbe avere qualcosa al flessore destro. Stiramento? Non credo, vedremo.

Rastelli (all.Avellino): Per noi questo è l’anno più difficile, c’è un’attenzione diversa verso di noi. Vedi oggi, contro un ottimo Cittadella che ha meritato la vittoria. Modulo? Ho messo Pisacane al posto di Bittante, ma non è cambiato il modulo. Poi nel secondo tempo mi sono messo a 4 per poter avere più spinta. Sgrigna? Non è un esterno puro, non ha la velocità di Minesso, la sua posizione paradossalmente ci ha agevolato. Abbiamo perso soprattutto a centrocampo. Episodi? Abbiamo avuto fortuna con il rigore sbagliato dal Cittadella, poi però abbiamo commesso errori. Anche sul gol di Sgrigna, bellissimo, dove abbiamo perso la palla e lo abbiamo fatto ripartire. Da questa sconfitta dobbiamo imparare molto, credo sia un episodio, può capitare una giornata in cui l’avversario è più pimpante. Squadra da play-off noi? È da vedere. 

Foscarini: Abbiamo avuto segnali positivi dalle prime due giornate. Oggi c’è stato un momento delicato, quando abbiamo sbagliato il rigore. In quel frangente abbiamo dimostrato maturità. Sgrigna? Speriamo nulla di grave, in quella posizione ha dimostrato di essere molto duttile oggi. L’assenza di Schenetti è dovuta a un’infiammazione al ginocchio, ho optato così per il tridente che comunque avevamo già provato in settimana. Rigoristi? Sono Sgrigna e Coralli, oggi dovevano gestirsela loro. I due mediani? Oggi hanno fatto un gran lavoro, ma questo tipo di modulo non si può proporre tutte le settimane. L’occasione di Sgrigna? Ha fatto bene, ci stava, non è stato egoista. Un piccolo neo: in superiorità numerica alla fine, ci voleva un pizzico di coraggio in più, palleggiare di più, ma forse eravamo stanchi. 

Sgrigna: Non potevo chiedere un avvio di campionato migliore, due gol miei e 4 punti importanti. Abbiamo messo sotto una squadra tosta come l’Avellino.  La prossima sarà a Trapani, un campo caldo ma lavorando bene possiamo farcela, rispettiamo l’avversario ma non abbiamo paura di nessuno. Nella ripartenza ho sentito un dolore alla gamba ma ancora non so di cosa si tratta spero nulla di grave, perché ho tanta voglia di segnare ancora.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy